Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Maggio

Sabato 27 · 6.a di Pasqua - S. Agostino di Canterbury

Dio e' re di tutta la terra.

Liturgia: At 18,23-28; Sal 46; Gv 16,23b-28.


Domenica 28 · ASCENSIONE DEL SIGNORE - S. Emilio martire, S. Ercole, Priamo

Ascende il Signore tra canti di gloria.

Liturgia: At 1,1-11; Sal 46; Ef 1,17-23; Mt 28,16-20.

Ore 17,30 Catechesi.
Ore 19,00 S. Messa.


Lunedi 29 · 7.a di Pasqua - S. Massimino vescovo, Massimo

Regni della terra, cantate a Dio.

Liturgia: At 19,1-8; Sal 67; Gv 16,29-33.


Martedi 30 · 7.a di Pasqua - S. Felice I papa, S. Ferdinando

Regni della terra, cantate a Dio.

Liturgia: At 20,17-27; Sal 67; Gv 17,1-11a.

Ore 18,30 S. Messa in Chiesa Madre.


Mercoledi 31 · 7.a di Pasqua - VISITAZIONE B.V. MARIA

Grande in mezzo a te e' il Santo d'Israele.

Liturgia: Sof 3,14-18 opp. Rm 12,9-16b; Cant. Is 12,2-6; Lc 1,39-56.


Giugno

Giovedi 1 · 7.a di Pasqua - S. Giustino

Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio.

Liturgia: At 22,30; 23,6-11; Sal 15; Gv 17,20-26.

Ore 18,30 S. Messa conclusiva del mese mariano con fiaccolata - Chiesa Madre.


Venerdi 2 · 7.a di Pasqua - Ss. Marcellino e Pietro

Il Signore ha posto il suo trono nei cieli.

Liturgia: At 25,13-21; Sal 102; Gv 21,15-19.


LITURGIA

MAGGIO: MESE MARIANO

La recita del S. Rosario ci aiuta per penetrare nei misteri di Cristo e di Maria.
25-05-17

Maggio, il mese delle rose, è tradizionalmente dedicato alla Madonna, per questo viene anche definito “Mese Mariano”, molto caro alla pietà popolare.
La devozione a Maria è stato uno dei fili conduttori e caratteristici del pontificato di Giovanni Paolo II, che ha scelto come “motto” del suo ministero l’espressione “Totus tuus”. Il Papa ha desiderato profondamente che ogni credente possa servirsi di Maria per arrivare più speditamente a Cristo. Maria è infatti, come recita un antico inno, la stella del mare, colei che nella navigazione della fede ci aiuta a non perdere mai la bussola, e a virare sempre verso Cristo.
Nel mese mariano è vivamente consigliata la quotidiana [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

AD ALI’ UNA DELEGAZIONE CATANESE PARTECIPA ALLE MANIFESTAZIONI PER LA FESTA GRANDE: «AFFASCINATI DALLE ATTIVITA’ DI PREPARAZIONE»

I Ciliari del Pane hanno consegnato al presidente dell’Associazione Etna ‘ngeniousa, una forma di pane azzimo che sarà custodita in quello che fu il carcere di S. Agata, proprio sopra l’altare.
03-08-16

Un filo rosso lega le comunità di Alì e Catania, rosso come il sangue del martirio, come il taumaturgico velo che tante volte ci ha protetto dal fuoco del Vulcano. Un legame reso ancora più forte da un comune senso di appartenenza che la festa di Sant’Agata significa per le due comunità.

L’Associazione Etna ‘ngeniousa, fin dalla sua fondazione, ed ancora prima nell’attività professionale e negli studi dei suoi componenti, ha sempre riservato una particolare attenzione alle tradizioni agatine, ai luoghi del martirio e alla diffusione del culto cui negli anni abbiamo dedicato anche diversi momenti di approfondimento, attraverso passeggiate culturali, conferenze ed interviste tv.

Da sempre in questa nostra attività abbiamo riservato [leggi tutto]



CILIO DEL PANE: MANI IN PASTA!

Giovedi 4 agosto sarà l’ultimo giorno in cui il laboratorio allestito per la realizzazione del pane rimarrà aperto. I Ciliari delle ragazze, invece, ultimeranno la loro raccolta domenica 7 agosto. Nei giorni seguenti i due gruppi inizieranno a preparare i cilii.
02-08-16

Cliccando sulla foto sarà possibile vedere alcune fasi della lavorazione del pane.

750 kg di farina, innumerevoli tuorli d’uovo, olio di gomito a volontà e tanta, tanta collaborazione. Questi elementi amalgamati dalla profonda devozione che Alì nutre per la Patrona Sant’Agata hanno contraddistinto la produzione del pane azzimo per la realizzazione del Cilio che sfilerà per le vie del paese insieme a quello delle ragazze e a Sant’Agata l’ultimo giorno di festa.

In quanto ciliari del pane non possiamo fare altro che ringraziare tutta la comunità di Alì ma anche tanta gente proveniente dai paesi [leggi tutto]



FG 2016 – GIOVANNA INTERDONATO: «HO APPRESO IL VALORE DI QUESTA TRADIZIONE POPOLARE»

Il pensiero di una giovane venuta ad abitare da poco ad Alì e subito rientrata nella cerchia dei Ciliari delle Ragazze.
01-08-16

Tra i Ciliari c’è anche una giovane che da pochi mesi si è trasferita in una nuova Comunità e subito dopo si è ritrovata assieme al marito Giuseppe Roma nell’organizzazione della festa più importante del paese, perché nominati nel gruppo delle Ragazze. Si tratta di Giovanna Interdonato, trasferitasi ad Alì dopo il matrimonio con Giuseppe.

Giovanna si è integrata facilmente nel gruppo dei Ciliari, composto da vicini di casa, che gradatamente stava imparando a conoscere. Questa nuova esperienza avrà sicuramente accelerato i tempi. Per lei si tratta di una festa nuova, mai vissuta e della quale forse aveva solo vagamente sentito parlare: mai avrebbe immaginato di doverne fare parte integrante. Queste le considerazioni che Giovanna fa [leggi tutto]



DUE SIMBOLI, DUE CEREI, UNA FESTA! COSI' POTREMMO DEFINIRE LA FESTA GRANDE DI ALI'

E i simboli non hanno solo valenza religiosa, ma sono innanzitutto esaltazione di quella che era l'economia del Valdemone nei secoli XVI e XVII: la coltivazione del frumento e la produzione di tessuti o di seta o di lino, lana o altro materiale.
31-07-16

Il pane è antico quanto l’uomo: i cavernicoli si alimentavano con granaglie polverizzate e ammorbidite con acqua, ma la prima panificazione si fa risalire agli egiziani.
Gli ebrei, durante l’esodo dall’Egitto, portarono con sé pane non ancora lievitato, e ancora oggi per la festività di Pasqua ricordano l’episodio cibandosi di pane azzimo (appunto non lievitato). Gesù, nell’ultima cena, facendo uso del pane azzimo, istituì l’eucaristia ed ancora oggi il pane azzimo è il pane eucaristico. La Sicilia romana era definita il granaio di Roma, proprio per la larga diffusione della coltura del frumento. E tale produzione di granaglie continuò per tutto il periodo di dominazione araba (vedi [leggi tutto]



FG 2016: ALLE ATTIVITA’ DEI CILIARI, DOMENICA 31 LUGLIO, SARA’ PRESENTE UNA DELEGAZIONE DI CATANIA

Alcuni soci dell’Associazione “Etna ‘ngeniousa” si uniranno, la mattina, ai Ciliari delle Ragazze durante il loro “giro” nel centro termale e, nel pomeriggio, ad Alì, seguiranno la preparazione del pane azzimo.
30-07-16

Domenica 31 luglio, al “tour” di Alì Terme dei Ciliari è prevista la partecipazione di un gruppo proveniente da Catania, il cui obiettivo è quello di «vivere direttamente una delle tradizioni più belle della nostra terra». Si tratta di alcuni soci e simpatizzanti dell’Associazione “Etna ‘ngeniousa”, i quali nella loro pagina facebook così scrivono: «Vi aspettiamo domenica, per scoprire insieme luoghi fuori dal tempo e tradizioni antiche. L’anima di un popolo che prepara con gioia e coralità la sua festa».

“Etna ‘ngeniousa” è un’associazione naturalistica e culturale che si occupa di favorire la conoscenza, la tutela e la valorizzazione [leggi tutto]



FG 2016: DOMENICA 31 LUGLIO AD ALI' TERME LA TERZA TAPPA DEI CILIARI DEL CILIO DELLE RAGAZZE

Ultimo “viaggio” itinerante, nel rispetto delle tradizioni. Domenica 7 agosto il ciclo si concluderà ad Alì.
29-07-16

La “carovana” al seguito dei Ciliari delle ragazze si sta preparando per la “discesa” verso Alì Terme, terza tappa delle “visite” effettuate nei comuni vicini, per annunciare la decennale Festa Grande in onore di S. Agata e per la raccolta di offerte e di oro in prestito, per l’addobbo del Cilio, così come per tradizione da secoli viene fatto.

L’allegra comitiva si radunerà alle ore 6,45 in Piazza Duomo ad Alì per il saluto della Comunità, con il ballo delle bambine, dei Ciliari e di tutti i presenti, al suono di fisarmonica e tamburello. Alle ore 7,15 è previsto il raduno al rifornimento Esso, per la partenza. Sarà messo a disposizione anche un bus per il [leggi tutto]



FG 2016: DUE “VALOROSE PECORELLE” DI DIO

Notevole l’impegno dimostrato da Rachele e Ludovica, le due bambine che impersoneranno Sant’Agata e Santa Caterina
28-07-16

Per vedere il video delle due bambine intente a tessere, cliccare sull'immagine.
Ludovica e Rachele, le bambine che saliranno sul “Cilio”! Ancora non sappiamo chi delle due rappresenterà S. Agata e chi S. Caterina, ma una cosa è certa: le rappresenteranno bene. Dal primo momento, queste due bambine si sono immedesimate nel ruolo importante che dovranno svolgere; hanno preso con passione l’impegno di cui saranno protagoniste e che certamente ricorderanno negli anni a venire con gioia e tanta emozione. Si sono appassionate, sia al lavoro del telaio, che comporta tanto sacrificio per due bambine, sia al ballo: forse riescono bene a [leggi tutto]



1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47



twitter logo

"Il futuro delle nostre società richiede da parte di tutti, specialmente delle istituzioni, un’attenzione concreta alla vita."

Tweetato il 26 Maggio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.