Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Maggio

Sabato 27 · 6.a di Pasqua - S. Agostino di Canterbury

Dio e' re di tutta la terra.

Liturgia: At 18,23-28; Sal 46; Gv 16,23b-28.


Domenica 28 · ASCENSIONE DEL SIGNORE - S. Emilio martire, S. Ercole, Priamo

Ascende il Signore tra canti di gloria.

Liturgia: At 1,1-11; Sal 46; Ef 1,17-23; Mt 28,16-20.

Ore 17,30 Catechesi.
Ore 19,00 S. Messa.


Lunedi 29 · 7.a di Pasqua - S. Massimino vescovo, Massimo

Regni della terra, cantate a Dio.

Liturgia: At 19,1-8; Sal 67; Gv 16,29-33.


Martedi 30 · 7.a di Pasqua - S. Felice I papa, S. Ferdinando

Regni della terra, cantate a Dio.

Liturgia: At 20,17-27; Sal 67; Gv 17,1-11a.

Ore 18,30 S. Messa in Chiesa Madre.


Mercoledi 31 · 7.a di Pasqua - VISITAZIONE B.V. MARIA

Grande in mezzo a te e' il Santo d'Israele.

Liturgia: Sof 3,14-18 opp. Rm 12,9-16b; Cant. Is 12,2-6; Lc 1,39-56.


Giugno

Giovedi 1 · 7.a di Pasqua - S. Giustino

Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio.

Liturgia: At 22,30; 23,6-11; Sal 15; Gv 17,20-26.

Ore 18,30 S. Messa conclusiva del mese mariano con fiaccolata - Chiesa Madre.


Venerdi 2 · 7.a di Pasqua - Ss. Marcellino e Pietro

Il Signore ha posto il suo trono nei cieli.

Liturgia: At 25,13-21; Sal 102; Gv 21,15-19.


LITURGIA

MAGGIO: MESE MARIANO

La recita del S. Rosario ci aiuta per penetrare nei misteri di Cristo e di Maria.
25-05-17

Maggio, il mese delle rose, è tradizionalmente dedicato alla Madonna, per questo viene anche definito “Mese Mariano”, molto caro alla pietà popolare.
La devozione a Maria è stato uno dei fili conduttori e caratteristici del pontificato di Giovanni Paolo II, che ha scelto come “motto” del suo ministero l’espressione “Totus tuus”. Il Papa ha desiderato profondamente che ogni credente possa servirsi di Maria per arrivare più speditamente a Cristo. Maria è infatti, come recita un antico inno, la stella del mare, colei che nella navigazione della fede ci aiuta a non perdere mai la bussola, e a virare sempre verso Cristo.
Nel mese mariano è vivamente consigliata la quotidiana [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

PELLEGRINAGGIO PLACIDIANO AD ALI' A 1500 ANNI DALLA NASCITA DI S. PLACIDO

Domenica 31 gennaio le reliquie del Santo messinese esposte alla devozione degli aliesi in Chiesa Madre. Questa e altre notizie nel giornalino parrocchiale che sarà distribuito in Parrocchia.
29-01-16

A 1500 anni dalla nascita di S. Placido, le cui reliquie sono custodite presso la Chiesa San Giovanni di Malta a Messina, lo scorso 22 marzo 2015 è stato avviato l’Anno giubilare Placidiano. Oltre all’accensione della lampada votiva, in quest’anno sono state programmate una serie di iniziative di natura religiosa e sociale che hanno coinvolto la città dello stretto ed altre comunità che in qualche modo sono legate al Santo.
Placido nacque a Roma nel 515, dalla nobile ed antica famiglia degli Anicii, da Tertullo e dalla messinese Faustina. Divenuto Abate, pare sia stato inviato a Messina allo scopo di fondare il primo monastero benedettino di Sicilia. Qui, il 5 ottobre del 541, subirà il martirio assieme alla sorella Flavia, ai fratelli Eutichio e Vittorino e a circa
[leggi tutto]



MOLTO PARTECIPATA LA NOVENA DI S. AGATA. IL PARROCO SI RIVOLGE AI CILIARI CHE SARANNO NOMINATI.

Padre Vincenzo: «Per riuscire a fare una bella festa occorre il massimo impegno di tutti, soprattutto delle 24 famiglie incaricate».
28-01-16

E’ iniziato il Novenario in onore di S. Agata. Molto partecipate le celebrazioni sin dal primo giorno, quando Padre Vincenzo si è soffermato sull’imminente Festa Grande. A conclusione della Messa ha ricordato che il 5 febbraio saranno ufficialmente annunciati i nominativi dei Ciliari, le 24 famiglie aliesi che prepareranno i cilii ed ha esortato gli interessati a prodigarsi con il massimo impegno.

«Il risultato della festa – ha detto Padre Vincenzo - dipende da tutti, ma in modo particolare dai ciliari, Se lavoreranno in armonia, in comunione, fraternamente, la festa riuscirà. Se non saranno in comunione tra loro, se non vivranno la festa in spirito di amicizia e fraternità la festa ne risentirà, non sarà una bella festa. Dipende tutto, [leggi tutto]



LA STATUA DI S. AGATA PORTATA SULLA VARA. IL 27 GENNAIO INIZIA LA NOVENA

Anche quest’anno diverse celebrazioni saranno affidate ad alcuni Sacerdoti del Vicariato. Domenica 31 gennaio arrivano le reliquie di S. Placido.
24-01-16

L’effige di S. Agata è stata posta sulla vara e posizionata all’altare maggiore. Il trasferimento, come al solito, è stato seguito dai fedeli presenti in chiesa, che subito dopo la messa si sono portati nella navata laterale, vicino alla cappella della Patrona, per assistere alle operazioni. I Deputati hanno sceso la pesante statua lignea, con particolare cura considerata la delicatezza dei decori riemersi negli anni scorsi a seguito degli interventi di restauro. La commozione dei devoti è esplosa con un “Evviva Sant’Agata”, nel momento in cui la vara si è mossa verso l’altare maggiore. Questo è l’atto che prelude l’inizio della Novena prevista per tutte le sere alle ore 18,00, dal prossimo 27 gennaio, fino al giorno della festa, [leggi tutto]



L’AMMINISTRATORE APOSTOLICO DELLA DIOCESI DI MESSINA INCONTRA I GIORNALISTI.

Mons. Raspanti al seminario sul tema: “Comunicazione e misericordia, un incontro fecondo”.
23-01-16

Nella mattinata di sabato 23 gennaio l’Amministratore Apostolico della Diocesi di Messina, Mons. Antonino Raspanti, ha incontrato i Giornalisti e gli Operatori della comunicazione sociale, alla vigilia della festa di S. Francesco di Sales, patrono dei Giornalisti. Al seminario sul tema “Comunicazione e misericordia, un incontro fecondo”, è intervenuto anche Lucio D’Amico, direttore di RTP e Vice Caporedattore della Gazzetta del Sud, e Gisella Cicciò, consigliere regionale dell’Ordine dei Giornalisti.

E' stato tratto spunto dal messaggio del Santo Padre in occasione della 50ᵃ Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, dal quale è stato ricavato il titolo dell’incontro messinese, per delineare i principi ispiratori ed i valori che dovrebbero [leggi tutto]



PELLEGRINAGGIO A SANTA EUSTOCHIA

E’ stato offerto l’olio per la lampada che arderà tutto l’anno dinnanzi alle spoglie della Santa.
21-01-16

Martedi 19 gennaio le comunità parrocchiali di S. Agata in Alì e di San Rocco in Alì Terme, assieme a tutte le altre del Vicariato di Roccalumera, si sono recate in pellegrinaggio alla Chiesa di Montevergine in Messina per rendere omaggio, nella vigilia della festa liturgica, alla Santa messinese Eustochia Smeralda Calafato, fondatrice del monastero delle Clarisse di Messina.

In pullman il gruppo guidato dal Parroco Padre Vincenzo D’Arrigo è giunto nel pomeriggio a Montevergine, dove è stato accolto dal cappellano di Montevergine Mons. Pietro Aliquò, il quale, con immagini video ha illustrato la vita di Santa Eustochia, vita di consacrazione totale a Dio e di grande carità verso le consorelle e il prossimo.

Successivamente Padre Vincenzo coadiuvato [leggi tutto]



E NEVE FU!

La si attendeva nel periodo Natalizio, ma è arrivata comunque.
18-01-16

Come promesso dalle previsioni, ecco la neve! Certo non si è trattato dell’abbondante nevicata verificatasi lo scorso anno, ma lo stesso un manto bianco ha coperto Alì, così come altri comuni collinari, anche a bassa quota.

Già da ieri il clima particolarmente gelido lasciava presagire un’imminente fioccata, in un primo momento ostacolata dal vento. In tarda serata, poi, il paese è stato coperto da un’abbondante grandinata, seguita da una leggera fioccata. Risultato: stamattina il paese si presentava imbiancato. Nella mattinata di oggi è ricominciata, a più riprese, la caduta di grandine. Rimane ora il pericolo ghiaccio che potrebbe divenire particolarmente pericoloso per il transito dei veicoli.

Le temperature rimarranno comunque basse, [leggi tutto]



TRENT'ANNI DOPO...

Lo scorso 6 gennaio il gruppo di bambini che frequenta l'oratorio parrocchiale ha eseguito in chiesa un recital natalizio.
10-01-16

Potrebbe sembrare quasi una edizione nuova del romanzo di Alexandre Dumas, “vent’anni dopo”. E invece si tratta del recital natalizio, che giorno 6 gennaio, solennità dell’Epifania, hanno realizzato i fanciulli e ragazzi della catechesi  e oratorio parrocchiale.

Trent’anni sono passati dalla prima realizzazione di questo spettacolo: quelli che sono stati gli “attori” di ieri, si sono oggi ritrovati registi, maestri di recitazione, di canto. Ma soprattutto si sono ritrovati mamme e papà, perché i fanciulli e ragazzi che hanno partecipato, altro non sono se non i figli degli “antichi” protagonisti. A chi ha interpretato Maria, Giuseppe, e altri personaggi del presepe, il parroco, ha mostrato una foto del 5 gennaio 1986, con [leggi tutto]



1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47



twitter logo

"Il futuro delle nostre società richiede da parte di tutti, specialmente delle istituzioni, un’attenzione concreta alla vita."

Tweetato il 26 Maggio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.