Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Settembre

Sabato 23 · 24.a Tempo Ordinario - S. Pio da Pietrelcina

Presentatevi al Signore con esultanza.

Liturgia: 1Tm 6,13-16; Sal 99; Lc 8,4-15.


Domenica 24 · 25.a Domenica Tempo Ordinario - S. Pacifico da Sanseverino Marche

Il Signore e' vicino a chi lo invoca.

Liturgia: Is 55,6-9; Sal 144; Fil 1,20c-24.27a; Mt 20,1-16.

S. Messa ore 18,30.


Lunedi 25 · 25.a Tempo Ordinario - S. Aurelia, Sergio

Grandi cose ha fatto il Signore per noi.

Liturgia: Esd 1,1-6; Sal 125; Lc 8,16-18.


Martedi 26 · 25.a Tempo Ordinario - Ss. Cosma e Damiano

Andremo con gioia alla casa del Signore.

Liturgia: Esd 6,7-8.12b.14-20; Sal 121; Lc 8,19-21.


Mercoledi 27 · 25.a Tempo Ordinario - S. Vincenzo de' Paoli

Benedetto Dio che vive in eterno.

Liturgia: Esd 9,5-9; Cant. Tb 13; Lc 9,1-6.


Giovedi 28 · 25.a Tempo Ordinario - S. Venceslao; S. Lorenzo Ruiz e compagni

Il Signore ama il suo popolo.

Liturgia: Ag 1,1-8; Sal 149; Lc 9,7-9 - Amb.: 2Pt 3, 1-9; Sal 89 (90); Lc 19, 37-40.


Venerdi 29 · 25.a Tempo Ordinario - Ss. Arcangeli MICHELE, GABRIELE e RAFFAELE

Cantiamo al Signore, grande e' la sua gloria.

Liturgia: Dn 7,9-10.13-14 opp. Ap 12,7-12a; Sal 137; Gv 1,47-51.


LITURGIA

23 settembre: S. PIO DA PIETRELCINA

Canonizzato il 16 giugno 2002
21-09-17


Erede spirituale di San Francesco d'Assisi, Padre Pio da Pietrelcina è stato il primo sacerdote a portare impressi sul suo corpo i segni della crocifissione. Già noto al mondo come il "Frate stigmatizzato", Padre Pio, al quale il Signore aveva donato particolari carismi, si adoperò con tutte le sue forze per la salvezza delle anime. Le moltissime testimonianze dirette della "santità" del Frate, arrivano sino ai nostri giorni, accompagnate da sentimenti di gratitudine. Le sue intercessioni provvidenziali presso Dio furono per molti uomini causa di guarigione nel corpo e motivo di rinascita nello Spirito.

Padre Pio da Pietrelcina, al secolo Francesco Forgione, nacque a Pietrelcina, un piccolo paese del beneventano, il 25 maggio 1887. [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

CONVEGNO A CATANIA SULLA “FESTA RANNI” DI ALI’

Il 10 febbraio nella Chiesa della Badia di S. Agata della città etnea, si terrà un convegno dal titolo “Agathae sub alis”.
04-02-16

Nell’ambito dei festeggiamenti Agatini per la Santa Patrona, mercoledi 10 febbraio, alle ore 18,00, si terrà a Catania una conferenza dal titolo: “Agathae sub alis Origine e diffusione del culto agatino”.

La conferenza si svolgerà presso la Badia di S. Agata, proprio di fianco alla Cattedrale di Catania e tratterà le manifestazioni devozionali a S. Agata nella Sicilia orientale. In questo contesto, ampio spazio sarà dedicato proprio alla “Festa Grande” di Alì. La nostra festa incuriosisce e sembra essere una delle manifestazioni religiose più originali e tipiche, dopo quella catanese. Al meeting parteciperà Padre Vincenzo che illustrerà, con l’ausilio di foto e video, le modalità di [leggi tutto]



PELLEGRINAGGIO A CATANIA PER L’OFFERTA DELLA CERA

Gli aliesi portano una ciambella grande che sarà messa nella Cappella in cui sono custodite le Reliquie di S. Agata. Da alcuni anni la nostra comunità partecipa a questa processione per rendere omaggio alla Patrona nella sua Patria.
03-02-16

Ancora una volta la nostra comunità è stata presente a Catania per l’apertura dei festeggiamenti in onore di S. Agata, con la processione del 3 febbraio, per l’offerta della cera. Quest’anno, non poteva essere diversamente, considerato che siamo in pieno Anno Agatino e che stiamo entrando nel vivo della nostra festa solenne. Come al solito sono stati utilizzati due autobus per trasportare nella città etnea 110 aliesi, guidati dal Parroco, Don Vincenzo D’Arrigo, e dai Deputati alla Cappella, che anche in quest’occasione indossavano il medaglione. La delegazione aliese si è unita all’enorme processione che, partita verso le 12,15 da Piazza Stesicoro, si è snodata lungo la via Etnea ed è arrivata in piazza Duomo per [leggi tutto]



PADRE VINCENZO CHIEDE UNA RELIQUIA DI S. PLACIDO

La richiesta è stata avanzata a conclusione della celebrazione presieduta dal Rettore della chiesa che conserva il corpo del Santo Martire, ed è stata avvallata dall’applauso dei presenti.
01-02-16

Tantissimi i fedeli aliesi presenti in Chiesa Madre, domenica 31 gennaio, per accogliere la reliquia dell’Abate Benedettino Messinese, martirizzato assieme alla sorella Flavia, a due fratelli e a circa trenta monaci nell’anno 541, portata da Mons. Angelo Oteri, Rettore della Chiesa S. Giovanni di Malta in Messina, e da un nutrito gruppo di fedeli di quella comunità. Ad Alì si è voluto concludere una giornata molto intensa, iniziata di prima mattina con la visita alla comunità di Scaletta Zanclea, dove si è pregato per le vittime dell’alluvione. In tarda mattinata, il pellegrinaggio si è diretto a Fiumedinisi, per poi raggiungere la nostra parrocchia. Un itinerario questo effettuato sulle “orme” di S. Placido, considerato che le 3 parrocchie visitate [leggi tutto]



PELLEGRINAGGIO PLACIDIANO AD ALI' A 1500 ANNI DALLA NASCITA DI S. PLACIDO

Domenica 31 gennaio le reliquie del Santo messinese esposte alla devozione degli aliesi in Chiesa Madre. Questa e altre notizie nel giornalino parrocchiale che sarà distribuito in Parrocchia.
29-01-16

A 1500 anni dalla nascita di S. Placido, le cui reliquie sono custodite presso la Chiesa San Giovanni di Malta a Messina, lo scorso 22 marzo 2015 è stato avviato l’Anno giubilare Placidiano. Oltre all’accensione della lampada votiva, in quest’anno sono state programmate una serie di iniziative di natura religiosa e sociale che hanno coinvolto la città dello stretto ed altre comunità che in qualche modo sono legate al Santo.
Placido nacque a Roma nel 515, dalla nobile ed antica famiglia degli Anicii, da Tertullo e dalla messinese Faustina. Divenuto Abate, pare sia stato inviato a Messina allo scopo di fondare il primo monastero benedettino di Sicilia. Qui, il 5 ottobre del 541, subirà il martirio assieme alla sorella Flavia, ai fratelli Eutichio e Vittorino e a circa
[leggi tutto]



MOLTO PARTECIPATA LA NOVENA DI S. AGATA. IL PARROCO SI RIVOLGE AI CILIARI CHE SARANNO NOMINATI.

Padre Vincenzo: «Per riuscire a fare una bella festa occorre il massimo impegno di tutti, soprattutto delle 24 famiglie incaricate».
28-01-16

E’ iniziato il Novenario in onore di S. Agata. Molto partecipate le celebrazioni sin dal primo giorno, quando Padre Vincenzo si è soffermato sull’imminente Festa Grande. A conclusione della Messa ha ricordato che il 5 febbraio saranno ufficialmente annunciati i nominativi dei Ciliari, le 24 famiglie aliesi che prepareranno i cilii ed ha esortato gli interessati a prodigarsi con il massimo impegno.

«Il risultato della festa – ha detto Padre Vincenzo - dipende da tutti, ma in modo particolare dai ciliari, Se lavoreranno in armonia, in comunione, fraternamente, la festa riuscirà. Se non saranno in comunione tra loro, se non vivranno la festa in spirito di amicizia e fraternità la festa ne risentirà, non sarà una bella festa. Dipende tutto, [leggi tutto]



LA STATUA DI S. AGATA PORTATA SULLA VARA. IL 27 GENNAIO INIZIA LA NOVENA

Anche quest’anno diverse celebrazioni saranno affidate ad alcuni Sacerdoti del Vicariato. Domenica 31 gennaio arrivano le reliquie di S. Placido.
24-01-16

L’effige di S. Agata è stata posta sulla vara e posizionata all’altare maggiore. Il trasferimento, come al solito, è stato seguito dai fedeli presenti in chiesa, che subito dopo la messa si sono portati nella navata laterale, vicino alla cappella della Patrona, per assistere alle operazioni. I Deputati hanno sceso la pesante statua lignea, con particolare cura considerata la delicatezza dei decori riemersi negli anni scorsi a seguito degli interventi di restauro. La commozione dei devoti è esplosa con un “Evviva Sant’Agata”, nel momento in cui la vara si è mossa verso l’altare maggiore. Questo è l’atto che prelude l’inizio della Novena prevista per tutte le sere alle ore 18,00, dal prossimo 27 gennaio, fino al giorno della festa, [leggi tutto]



L’AMMINISTRATORE APOSTOLICO DELLA DIOCESI DI MESSINA INCONTRA I GIORNALISTI.

Mons. Raspanti al seminario sul tema: “Comunicazione e misericordia, un incontro fecondo”.
23-01-16

Nella mattinata di sabato 23 gennaio l’Amministratore Apostolico della Diocesi di Messina, Mons. Antonino Raspanti, ha incontrato i Giornalisti e gli Operatori della comunicazione sociale, alla vigilia della festa di S. Francesco di Sales, patrono dei Giornalisti. Al seminario sul tema “Comunicazione e misericordia, un incontro fecondo”, è intervenuto anche Lucio D’Amico, direttore di RTP e Vice Caporedattore della Gazzetta del Sud, e Gisella Cicciò, consigliere regionale dell’Ordine dei Giornalisti.

E' stato tratto spunto dal messaggio del Santo Padre in occasione della 50ᵃ Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, dal quale è stato ricavato il titolo dell’incontro messinese, per delineare i principi ispiratori ed i valori che dovrebbero [leggi tutto]



1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54



twitter logo

"Se siamo fedeli a Cristo e operiamo il bene possiamo diffondere la luce della speranza di Dio."

Tweetato il 23 Settembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.