Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Ottobre

Lunedi 22 · S. Giovanni Paolo II

Il Signore ci ha fatti e noi siamo suoi.

Ef 2,1-10; Sal 99; Lc 12,13-21.


Martedi 23


Mercoledi 24


Giovedi 25


Venerdi 26


Sabato 27


Domenica 28


LITURGIA

S. TERESA DI LISIEUX: Non è mai andata in “missione”, ma è la Patrona delle Missioni.

La Santa del mese di ottobre
11-10-18

Teresa Martin nasce ad Alençon in Francia il 2 gennaio 1873, ultima di nove figli, di cui 5 religiose e gli altri 4 deceduti in tenerissima età. È battezzata due giorni più tardi nella Chiesa di Notre-Dame, ricevendo i nomi di Maria Francesca Teresa. I suoi genitori sono Louis Martin e Zélie Guérin. Dopo la morte della madre, avvenuta il 28 agosto 1877, Teresa si trasferisce con tutta la famiglia nella città di Lisieux.
Verso la fine del 1879 si accosta per la prima volta al sacramento della penitenza. Nel giorno di Pentecoste del 1883 ha la singolare grazia della guarigione da una grave malattia, per l'intercessione di nostra Signora delle Vittorie. Educata dalle Benedettine di Lisieux, riceve la prima comunione l'8 [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

ESCURSIONE NATURALISTICA TRA I MONTI ALIESI

I visitatori sono stati “guidati” fino a Pizzo d’Armi
15-04-15

Domenica scorsa, 12 aprile, Alì ancora una volta è stata meta di un itinerario di interesse paesaggistico con la visita dei soci del CAI (Club Alpino Italiano) di Taormina e dell’Associazione catanese Etna Viva. Anche in altre occasioni, in passato, gli escursionisti del CAI hanno visitato le montagne che circondano l’abitato aliese, apprezzando in modo particolare quale meta privilegiata il nostro Monte Scuderi, destinazione preferita dagli escursionisti di vari livelli: esperti, alle prime armi, locali, nazionali e anche internazionali. Questa volta la “spedizione”, organizzata da Salvatore Fiumara e Giuseppe Formaggio, si è diretta a Pizzo D’Armi (900 m slm), proprio alle spalle di Monte Scuderi. Alle 8,30, in quaranta si sono presentati in piazza Duomo e, dopo una [leggi tutto]



SI MUOVONO I PRIMI PASSI PER L’ORGANIZZAZIONE DELLE CELEBRAZIONI AGATINE

Incontro Parrocchia-Comune per delineare strategie propedeutiche per la riuscita degli eventi che ci attendono
14-04-15

Domenica scorsa, si è tenuto nella sacrestia della Chiesa Madre un incontro tra il Parroco, la Deputazione di S. Agata e il Sindaco con gli assessori del Comune di Alì. L'incontro voluto dal Parroco, non è stato di programmazione per quanto la nostra comunità celebrerà a breve, ma piuttosto una riflessione congiunta sulla necessità che si possa "camminare insieme" per la riuscita dell'Anno Agatino 2015-2016. Ognuno per il proprio ambito, Parrocchia e Comune, ma in collaborazione, ci si dovrà impegnare per il buon esito dell'evento. E' importante, diceva P. Vincenzo, dare al Paese un immagine di rinnovamento, di ordine e di pulizia. Il Sindaco, Pietro Fiumara e gli Assessori presenti, convergono che sia necessario dare alla nostra Cittadina un significativo "nuovo [leggi tutto]



IN ARGENTINA LA “GEMELLA” DI S. AGATA

Nel n. 5 di “Agathae sub alis”, scaricabile dalla sezione “Scarica il giornalino”, è possibile vedere altre foto della statua
12-04-15

La devozione verso S. Agata è fortemente radicata nei cuori degli Aliesi, anche di quelli che, soprattutto per motivi di lavoro, hanno dovuto lasciare la propria terra per recarsi in cerca di fortuna al Nord d’Italia o all’Estero.
Per mantenere saldo questo legame, nel 1969 in Argentina, un comitato di Aliesi emigrati si è mobilitato per realizzare la statua della propria Patrona. A tale scopo, furono contattati gli altri compaesani residenti a Buenos Aires e nelle città vicine, che condivisero la proposta e accettarono di contribuire. Così, ben presto, fu realizzata una statua della Martire Catanese. La particolarità è che questa statua è quasi identica a quella venerata ad Alì.
S. Agata Patrona di Alì, dunque, ha una [leggi tutto]



QUARANTASEI ANNI FA PADRE SCIACCA PERDEVA LA VITA CON I FAMILIARI IN UN INCIDENTE STRADALE

Giovedi 16 aprile sarà ricordato, assieme al padre e alla sorella, durante la Messa
11-04-15

Quarantasei, tanti sono gli anni trascorsi da quel  11 aprile 1969, quando in un tragico incidente, persero la vita don Francesco Sciacca, Arciprete di Alì, suo papà Natale e la sorella Maria.
A distanza di tanti anni li vogliamo ricordare e “invocare da Dio pace per le loro anime e preghiere da quanti li conobbero e li amarono”.
La comunità parrocchiale pregherà in modo particolare per loro, nella Celebrazione Eucaristica di giovedi 16 aprile, alle ore 18,30  nella Chiesa Madre.



LUNGO LA PROVINCIALE ALI’-ALI’ TERME UNA FRANA MINACCIA GLI AUTOMOBILISTI

La rete di contenimento, già squarciata, potrebbe cedere da un momento all’altro
08-04-15

Alcuni grossi massi staccatisi nei giorni scorsi, a causa delle piogge insistenti, da una parete rocciosa lungo la Provinciale 28, che collega Alì con Alì Terme, poco fuori l’abitato, rischiano di cadere sulla strada, mettendo in serio pericolo gli automobilisti in transito. I massi sono attualmente trattenuti dalla rete metallica con la quale negli anni scorsi sono stati rivestiti alcuni costoni particolarmente scoscesi. Rete questa che in realtà in diversi punti si presenta già ampiamente lacerata e che rischia di cedere del tutto da un momento all’altro. C’è da sottolineare, inoltre, che il tratto di strada in questione si trova proprio sotto l’ex mattatoio comunale e il movimento franoso rischia di interessare anche quel tratto che, dopo alcuni [leggi tutto]



EGLI DOVEVA RISUSCITARE DAI MORTI

Dal Vangelo secondo Giovanni
05-04-15

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro.
Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!».
Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario
[leggi tutto]



L’ALTARE DELLA REPOSIZIONE ALLESTITO CON I TRADIZIONALI GERMOGLI

E’ stata collocata una vetrata artistica riproducente Cristo Dio Pellicano
04-04-15

Ad Alì come da tradizione, anche quest’anno, durante la Settimana Santa, l’Altare della Reposizione (presso la Cappella del SS. Sacramento) è stato addobbato con fiori e piante, ma soprattutto con i tradizionali germogli preparati dai parrocchiani.
Si tratta di semi di veccia che all’inizio della Quaresima vengono messi in contenitori e innaffiati quotidianamente affinché germoglino così da arrivare al Giovedi Santo abbastanza cresciuti da formare graziosi cespugli. Da premettere che i semi debbono essere tenuti al buio per assumere una colorazione molto chiara, quasi bianca.
Tale all’allestimento verrà tenuto fino a tutta la giornata di Pasqua.
Quest’anno, in particolare, nella finestra della stessa cappella è stata collocata [leggi tutto]



1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62



twitter logo

"Unisciti a Caritas per camminare 1 milione di chilometri con migranti e rifugiati. Siamo tutti sulla strada per Emm… https://t.co/VTVMKnwoAB"

Tweetato il 21 Ottobre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.