Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Agosto

Martedi 14 · S. Massimiliano M. Kolbe

Quanto sono dolci al mio palato le tue promesse, Signore.

Ez 2,8 - 3,4; Sal 118; Mt 18,1-5.10.12-14.

Ultimo martedi in onore di S. Agata.
S. Messa ore 19,00.


Mercoledi 15 · ASSUNZIONE B.V. MARIA

Risplende la Regina, Signore, alla tua destra.

Ap 11,19a; 12,1-6a.10ab; Sal 44; 1Cor 15,20-27a; Lc 1,39-56.

S. Messa ore 19,00.


Giovedi 16 · S. Rocco, patrono di Ali' Terme

Proclameremo le tue opere, Signore.

Ez 12,1-12; Sal 77; Mt 18,21 - 19,1.


Venerdi 17 · Anniversario Dedicazione Chiesa Madre e Festa del Patrocinio di S. Agata

Letture proprie.

S.S. Messe:
ore 11,00
ore 19,00, a seguire processione breve.


Sabato 18 · S. Elena

Crea in me, o Dio, un cuore puro.

E2 18,1-10.13b.30-32; Sal 50; Mt 19,13-15.


Domenica 19 · XX di Tempo Ordinario - S. Giovanni Eudes

Gustate e vedete com'e' buono il Signore.

Pr 9,1-6; Sal 33; Ef 5,15-20; Gv 6,51-58.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 20


LITURGIA

San Rocco, uno dei santi taumaturghi più popolari in Occidente.

Tutti lo invocavano tra il Medioevo e l’Ottocento in occasione del rinnovarsi delle epidemie di peste.
12-08-18



San Rocco è per questo anche uno dei santi occidentali più raffigurati.

Lo rappresentarono ogni genere di artisti: tanto quelli semplici dell’arte popolare, quanto alcuni tra i più gettonati come Tintoretto, Michelangelo, Ludovico Carracci, Guido Reni, Botticelli.

E tutti lo hanno dipinto o scolpito nello stesso modo, in un modo che serve a ricordare la sua storia, la storia di un pellegrino, con bastone, mantello, bisaccia, sandali, che va, nonostante una piaga sulla gamba, che cammina in compagnia di un cane, suo unico amico.

Rocco non era italiano, ma francese. Nacque a Montpellier in una famiglia agiata della grande borghesia mercantile tra il 1345 ed il 1350.

Secondo la tradizione, una volta [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

APERTO UFFICIALMENTE L'ANNO AGATINO

Saluto del Parroco, P. Vincenzo, all'Arcivescovo
19-08-15

 

Eccellenza Reverendissima, Mons. Calogero La Piana, è con un sentimento profondo di commozione e letizia che oggi Le porgo il benvenuto in questa nostra antica chiesa di S. Agata, che da secoli accoglie i fedeli di Alì nella fede cristiana con il sacramento del Battesimo e da secoli li benedice nell’ultimo viaggio verso la certezza della Resurrezione in Cristo. La saluto davanti alla comunità dei fedeli che oggi sono presenti, consapevoli dell’evento di grazia che la Sua presenza costituisce per tutti noi. Aggiungo al mio saluto quello dei confratelli sacerdoti presenti e dei diaconi. Sono presenti ad accoglierla, e li ringrazio, i Deputati di S. Agata, i Catechisti, i collaboratori pastorali, il coro, il gruppo di preghiera P. Pio da Pietrelcina, le associazioni femminili S. Agata e S. Marta, la Confraternita di Misericordia di Alì, che svolge attività di carità e servizio alla comunità. Sono con noi i rappresentanti delle Autorità Civili e Militari che saluto e ringrazio per la loro partecipazione. Anche se giorno feriale, come può constatare Vostra Eccellenza, grande è la partecipazione dei fedeli. Si, perché per Alì, il 17 agosto è giorno straordinariamente importante. Era la mattina del 17 agosto 1126 quando le venerate spoglie della Martire Agata, toccarono la terra aliese, e per questa insigne e illustre Eroina della fede, come scrive lo storico catanese Pietro Carrera, fu edificato questo grande tempio, di cui oggi ricordiamo l’anniversario di dedicazione. Ma ci sono 2 motivi importanti che rendono significativa questa giornata: Il primo: La Memoria Grata, perché come ha detto Papa Francesco,”Il credente è fondamentalmente uno che fa memoria” e perciò in questo contesto bisogna dire grazie a tutti coloro che hanno iniziato e contribuito nel tempo alla costruzione di questo tempio, sino ad oggi, e a tutti coloro che hanno concorso a far nascere e crescere la nostra fede. Il secondo: La Comunione fraterna, perché innanzitutto la Chiesa è luogo di esperienza di comunione: dobbiamo sempre ricordare a noi stessi che prima c’era la “comunità”… dopo, “il tempio”, l’esperienza dell’essere Chiesa è sostanzialmente un’esperienza di comunione nella Santissima Trinità.
Eccellenza Rev.ma, grazie dunque per aver accettato il nostro invito, non perché la Sua presenza rende più solenne questo giorno, ma perché la Parola del Pastore della Chiesa locale, rafforza, tonifica, ritempra, la fede e l’amore vicendevole di coloro che spezzano un unico pane.




twitter logo

"Anche oggi ci sono tanti martiri, tanti perseguitati per amore di Cristo: sono loro la vera forza della Chiesa!"

Tweetato il 14 Agosto da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.