Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Dicembre

Lunedi 10 · B.V. Maria di Loreto

Ecco il nostro Dio, egli viene a salvarci.

Is 35,1-10; Sal 84; Lc 5,17-26.


Martedi 11 · S. Damaso I

Ecco, il nostro Dio viene con potenza.

Is 40,1-11; Sal 95; Mt 18,12-14.

S. Messa ore 17,00.


Mercoledi 12 · B.V. Maria di Guadalupe

Benedici il Signore, anima mia.

Is 40,25-31; Sal 102; Mt 11,28-30.


Giovedi 13


Venerdi 14


Sabato 15


Domenica 16


LITURGIA

“CELESTE PATRONA DELLA TERRA DI SICILIA, CI AFFIDIAMO A TE”

8 Dicembre: IMMACOLATA CONCEZIONE
05-12-18



L'icona tradizionale della Vergine Maria Immacolata riflette l'invocazione litanica del santuario lauretano che Isaia canta nel vaticinio che contrappone la città santa, protetta da mura e baluardi, alla prosopopea della città terrena, calpestata dai poveri: “turris eburnea”.
A Maria Immacolata, celeste patrona della terra di Sicilia, delle sue Chiese e della sua gente, affaticata nella città terrena, non possiamo chiedere altro che la sua preghiera al Padre sia quel baluardo di difesa in cui ciascuno di noi può confidare. Il cuore di Maria, donna e madre di Dio, è il santuario terreno-celeste in cui troviamo rifugio sicuro, e in cui speriamo che ogni siciliano cerchi la consolazione e la speranza che [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

S. AGOSTINO D'IPPONA

Uomo colto e figlio di S. Monica
28-08-18


Figlio di un modesto possidente di religione pagana, Patrizio, e di madre cristiana, Monica, Aurelio Agostino è nato nel 354 d.C. a Tagaste, una piccola cittadina della provincia romana della Numidia. Ha studiato a Madaura, dove si è dedicato alla retorica, e a Cartagine, dove, non ancora ventenne ha avuto un figlio, Adeodato, dalla relazione con una concubina. Professore di eloquenza a Tagaste e a Cartagine, indirizzato alla filosofia dalla lettura dell’Hortensius di Cicerone, è aderito alla setta del Manicheismo che, seguendo la teoria dei due principi opposti di Bene e di Male, approfondiva il problema della corruzione del mondo e del male morale e cosmico. Nel Manicheismo Agostino ha visto una spiegazione scientifica dell’universo. Trasferitosi a Roma, si è dedicato all’insegnamento della retorica e dello scetticismo. Dal prefetto Simmaco ha ottenuto la nomina di professore a Milano, dove è stato accolto dal Vescovo Ambrogio. Qui ha iniziato una nuova vita insieme alla sua donna ed alla madre. Per due anni ha seguito le prediche di Ambrogio ed in lui è maturata la propria crisi spirituale. La vita di Agostino è stata una continua ricerca della verità e una continua lotta contro l'errore: era un uomo inquieto, insoddisfatto delle verità comode e consolanti.

La lettura di San Paolo gli ha rivelato Cristo e la sua grazia. Lasciata la cattedra, si è ritirato a Cassiciaco, dove ha iniziato a scrivere i Dialoghi. Tornato a Milano, è stato battezzato la notte di Pasqua del 387 dal Vescovo della città Ambrogio. Nel 391 si è recato ad Ippona, dove, per acclamazione popolare, è stato ordinato sacerdote dal vescovo Valerio, di cui è diventato coadiutore e che poi lo ha consacrato vescovo, nominandolo suo successore. Ha svolto un'intensissima attività pastorale e di studio fino alla morte, continuando la predicazione, le discussioni pubbliche, gli innumerevoli scritti, ma specialmente le polemiche contro manichei, donatisti e pelagiani. Con Agostino è giunta a piena maturità la filosofia cristiana ed in particolare la Patristica. Mentre Ippona subiva l'assedio dei Vandali, Agostino moriva a 79 anni, nel 430 d.C.




twitter logo

"L’Avvento è un tempo per riconoscere i vuoti da colmare nella nostra vita, per spianare le asperità dell’orgoglio e… https://t.co/Owmm0jqJeG"

Tweetato il 9 Dicembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.