Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Giugno

Venerdi 22 · S. Paolino da Nola; Ss. Giovanni F. e Tommaso M.

Il Signore ha scelto Sion, l'ha voluta per sua residenza.

2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23.


Sabato 23 · S. Giuseppe Cafasso; S. Lanfranco

La bonta' del Signore durera' in eterno.

2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34.


Domenica 24 · NATIVITA' DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda.

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 25


Martedi 26


Mercoledi 27


Giovedi 28


LITURGIA

IL "SANTO DEL PANE"

La tradizione di benedire il pane in onore di S. Antonio e di distribuirlo in cambio di offerte a sostegno delle opere caritative affonda la propria origine nel miracolo della risurrezione, per intercessione del Santo di Tommasino.
13-06-18

Riproponiamo il racconto del miracolo della risurrezione del piccolo Tommasino come riportato da P. Vergilio Gamboso, ofm conv nel suo volume Libro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova.               

Un bimbo di venti mesi, di nome Tomasino, i cui genitori avevano l’abitazione vicino alla chiesa del beato Antonio, in Padova, fu lasciato incautamente da sua madre accanto a un recipiente pieno d’acqua. Allorché quella donna fece ritorno a casa, vedendo emergere i piedi del bambino da quel mastello, vi si precipitò, e vide che la testa del figlio stava all’ingiù, nel fondo del recipiente, mentre i piedi si levavano sopra. Urlando trasse fuori il piccino, ormai rigido e [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

I GIORNALISTI SOSTENGONO PADRE VINCENZO NELLA LOTTA CONTRO L’ABBANDONO DEL TERRITORIO

Sul sito dell’Agenzia S.I.R. si torna a parlare delle dichiarazioni del Parroco di Alì, Alì Terme e Scaletta che ha denunciato le gravi difficoltà dei comuni della zona jonica per la chiusura di Capo Alì, esempio eclatante di una più ampia responsabilità delle istituzioni per l’abbandono del territorio.
21-09-15

Ancora una volta le dichiarazioni di Padre Vincenzo D’Arrigo, Parroco-Legale Rappresentante anche della Parrocchia di Scaletta, hanno fatto breccia. Partecipando al convegno di sabato scorso, organizzato dalla Federazione Italiana Settimanali Cattolici in collaborazione con l’Unione Cattolica Stampa Italiana e “La Scintilla”, nell’ambito del XXIV Seminario di aggiornamento professionale per operatori delle testate cattoliche e aperto a tutti i giornalisti iscritti all’ordine, aveva alzato il dito contro la classe politica locale, rea di aver abbandonato tutta la zona jonica al proprio destino. Il riferimento, piuttosto evidente, era alla chiusura di Capo Alì, evento sin troppo “tollerato” che si verifica tutti gli anni già alle prime acque della stagione invernale e quest’anno in piena stagione estiva. Per questo motivo proprio domenica 20 settembre si è svolta una manifestazione di protesta con quasi 400 partecipanti, sindaci dei comuni interessati compresi.

Durante il convegno svoltosi proprio nella Chiesa S. Maria del Carmelo di Scaletta, Padre Vincenzo ha descritto i gravi disagi patiti dalla popolazione dei centri che utilizzano la Statale 114 e gli effetti sull’economia locale, già di per sé poco florida. L’occasione è stata data dal tema trattato: il territorio ed in particolare l’alluvione che devastò Scaletta e Giampilieri nel 2009. Ma il Sacerdote non si è voluto fermare solo a quel triste ricordo, ma ha voluto, con il suo racconto-denuncia appassionato, spronare le istituzioni affinché venga attenzionato maggiormente un territorio che rischia di “sgretolarsi”. E come sappiamo Padre Vincenzo non è uno che le cose le manda a dire!

Non sappiamo se le parole del Parroco raggiungeranno i destinatari, ma, intanto, la sua denuncia è stata raccolta dai giornalisti presenti. Questi, infatti, hanno redatto un documento di solidarietà nei confronti di Padre Vincenzo e delle comunità, per gli enormi disagi subiti a causa delle frequenti alluvioni che continuano a sconvolgere il territorio.

La notizia è stata riportata, ancora una volta, sul sito dell’agenzia nazionale della stampa religiosa S.I.R., assieme alle altre notizie provenienti da tutte le diocesi e dal Vaticano (compreso il viaggio in corso di Papa Francesco).

Ne riportiamo di seguito il testo integrale:

19:15 - GIORNALI FISC: SOLIDARIETA' AL PARROCO E ALLA COMUNITA' DI SCALETTA A MESSINA

Il racconto appassionato di don Vincenzo D’Arrigo, vicario foraneo e parroco di Scaletta Zanclea (Messina),testimone della tragica alluvione del 2009 e ancora oggi in prima linea a fianco della sua martoriata comunità, ha scosso i partecipanti al XXIV seminario di aggiornamento “Mons. Alfio Inserra”. Il sacerdote ha descritto in particolare le difficoltà che la sua comunità affronta a causa dell’interruzione di circolazione sulla Strada statale 114, esprimendo grande sconforto per l’assenza delle istituzioni. Su proposta di Salvatore Di Salvo, presidente della sezione Ucsi di Siracusa e collaboratore del settimanale diocesano “Cammino”, i partecipanti al seminario hanno redatto un documento di solidarietà nei confronti di don Vincenzo e della sua comunità, “per gli enormi disagi subiti a causa delle frequenti alluvioni che sconvolgono il territorio”. I sottoscrittori dichiarano di “sostenere il tenace impegno del sacerdote per vedere ripristinata la circolazione interrotta sulla Statale 114 a causa degli eventi calamitosi”. Interruzione che “costringe i cittadini, gli studenti e i lavoratori di Scaletta e dei comuni vicini a percorrere estenuanti deviazioni per raggiungere le rispettive sedi di lavoro”.






twitter logo

"Camminare insieme, pregare insieme, lavorare insieme: ecco la nostra strada maestra verso l’unità dei cristiani. #WCC70"

Tweetato il 21 Giugno da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.