Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Giugno

Mercoledi 20 · S. Gobano; S. Giovanni da Matera

Rendete saldo il vostro cuore, voi tutti che Sperate nel Signore.

2Re 2,1.6-14; Sal 30; Mt 6,1-6.16-18.


Giovedi 21 · S. Luigi Gonzaga; S. Rodolfo

Gioite, giusti, nel Signore.

Sir 48,1-14; Sal 96; Mt 6,7-15.

Ore 18,00 Adorazione Eucaristica, segue la S. Messa.


Venerdi 22 · S. Paolino da Nola; Ss. Giovanni F. e Tommaso M.

Il Signore ha scelto Sion, l'ha voluta per sua residenza.

2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23.


Sabato 23 · S. Giuseppe Cafasso; S. Lanfranco

La bonta' del Signore durera' in eterno.

2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34.


Domenica 24 · NATIVITA' DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda.

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 25


Martedi 26


LITURGIA

IL "SANTO DEL PANE"

La tradizione di benedire il pane in onore di S. Antonio e di distribuirlo in cambio di offerte a sostegno delle opere caritative affonda la propria origine nel miracolo della risurrezione, per intercessione del Santo di Tommasino.
13-06-18

Riproponiamo il racconto del miracolo della risurrezione del piccolo Tommasino come riportato da P. Vergilio Gamboso, ofm conv nel suo volume Libro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova.               

Un bimbo di venti mesi, di nome Tomasino, i cui genitori avevano l’abitazione vicino alla chiesa del beato Antonio, in Padova, fu lasciato incautamente da sua madre accanto a un recipiente pieno d’acqua. Allorché quella donna fece ritorno a casa, vedendo emergere i piedi del bambino da quel mastello, vi si precipitò, e vide che la testa del figlio stava all’ingiù, nel fondo del recipiente, mentre i piedi si levavano sopra. Urlando trasse fuori il piccino, ormai rigido e [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

APERTA LA PORTA SANTA NEL DUOMO DI TAORMINA

Quella della cittadina turistica è l’unica Porta della zona jonica del messinese, dove si potrà lucrare l’indulgenza per tutto l’Anno Giubilare.
18-12-15

Il 16 dicembre 2015, per le comunità parrocchiali della zona jonica, nella Basilica Cattedrale “S. Nicolò di Bari” di Taormina, si è svolta la liturgia di apertura della Porta Santa alla presenza del Delegato arcivescovile Mons. Tanino Tripodo, del parroco di Taormina Mons. Carmelo Lupò, dei vicarii foranei Mons. Vincenzo D’Arrigo e Mons. Tonino Tricomi, di tanti sacerdoti, diaconi e seminaristi, religiose e consacrati, autorità civili e militari e di un numero considerevole di catechisti, operatori pastorali e tantissimi laici. Per quanto riguarda le comunità di Alì e Alì Terme erano presenti anche i Sindaci dei due paesi che, assieme agli altri primi cittadini, hanno espresso la piena adesione a questo momento particolarmente significativo per le centinaia di persone convenute a Taormina.

Con partenza dalla Chiesa di S. Caterina, con in testa la Croce sostenuta dal diacono Lillo Ciraolo e l’Evangeliario portato dal diacono Pippo Giannetto, seguendo in preghiera la litania dei Santi, cantata dal seminarista Giovanni Sturiale, in processione abbiamo attraversato tutto il Corso fino a giungere al Duomo “S. Nicola di Bari”.

Qui ha avuto luogo il rito di apertura della Porta, posta sul lato Sud, degnamente addobbata e varcata, dopo i celebranti e le autorità, dalle centinaia di fedeli presenti che il Duomo non è riuscito a contenere.

Coloro che sono rimasti fuori hanno avuto la possibilità di seguire la solenne Celebrazione dell’Eucaristia su un maxischermo sistemato nella piazza antistante il Duomo.

Dopo l’Apertura della Porta, ha avuto inizio la celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Tripodo e concelebrata dal parroco di Taormina, Mons. Lupò,  dal nostro Mons. V. D’Arrigo,  da Mons. Tricomi e da altri sacerdoti presenti. Il coro interparrocchiale di Sant’Antonio diretto da Sr. Graziella Pulitano, ha animato la liturgia.

Nell’omelia Mons. Tripodo ha voluto ricordare il senso e il significato di questo Anno Santo straordinario della Misericordia, voluto da Papa Francesco in risposta ai bisogni del nostro tempo, sottolineando che Misericordia è un “tema condiviso anche dai fratelli di altre confessioni cristiane (erano presenti nel Duomo i rappresentanti della Chiesa Anglicana, della Chiesa Luterrana e di quella Greco-Ortodossa), e che deve sollecitare  tutti i cristiani ad un fattivo operare perché siano pienamente realizzate le opere di misericordia che rendono credibili i discepoli di Cristo”.

A conclusione delle celebrazione è intervenuto Mons. Lupò ringraziando i confratelli presenti, i fedeli, le autorità, le Forze dell’Ordine, le associazioni di Volontariato e quanti si sono adoperati perché tutto potesse essere vissuto nello spirito di un forte momento di aggregazione civile e religiosa.

La Celebrazione si è conclusa con l’omaggio a Maria, espresso con il canto “Salve Regina”.

Lasciando la Basilica Cattedrale di Taormina, ogni membro delle comunità parrocchiali lì presenti ha ricevuto in dono la preghiera, composta da Papa Francesco per questo Anno Giubilare straordinario, che si conclude con l’auspicio che “il  Giubileo della Misericordia sia un anno di Grazia del Signore e la sua Chiesa con rinnovato entusiasmo possa portare ai poveri il lieto messaggio, proclamare ai prigionieri e agli oppressi la libertà e ai ciechi restituire la vista”.

Giovanna Calmo




twitter logo

"La scelta di seguire Cristo favorisce l’edificazione di una società più giusta, più fraterna, più umana secondo il cuore di Dio."

Tweetato il 19 Giugno da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.