Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Aprile

Mercoledi 21 · S. Anselmo (mf); S. Corrado da Parzham

3.a di Pasqua

At 8,1b-8; Sal 65; Gv 6,35-40.

Acclamate Dio, voi tutti della terra.


Giovedi 22 · S. Leonida; S. Gaio

3.a di Pasqua

At 8,26-40; Sal 65; Gv 6,44-51.

Acclamate Dio, voi tutti della terra.

S. Messa ore 18,00.


Venerdi 23 · S. Adalberto; S. Giorgio

3.a di Pasqua

At 9,1-20; Sal 116; Gv 6,52-59.

Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo.


Sabato 24 · S. Fedele da Sigmaringen ; S. Antimo

3.a di Pasqua

At 9,31-42; Sal 115; Gv 6,60-69.

Che cosa rendero' al Signore, per tutti i benefici che mi ha fatto?


Domenica 25 · S. MARCO, evangelista; S. Franca; S. Aniano; S. Clarenzio

4.a di Pasqua (anno B)

At 4,8-12; Sal 117; 1Gv 3,1-2; Gv 10,11-18.

La pietra scartata dai costruttori e' divenuta la pietra d’angolo.

S. Messa ore 18,30.


Lunedi 26 · S. Pascasio Radberto

4.a di Pasqua

At 11,1-18; Sal 41 e 42; Gv 10,1-10 (B,C).

L'anima mia ha sete di Dio, del Dio vivente.


Martedi 27 · S. Zita; S. Liberale

4.a di Pasqua

At 11,19-26; Sal 86; Gv 10,22-30.

Genti tutte, lodate il Signore.

S. Messa ore 18,00.


LITURGIA

I VENERDI DI QUARESIMA IN ASCOLTO DELLA PAROLA

MATTEO 9,14-15
18-02-21


1) Preghiera

Accompagna con la tua benevolenza,
Padre misericordioso,
i primi passi del nostro cammino penitenziale,
perché all’osservanza esteriore
corrisponda un profondo rinnovamento dello spirito.

Per Cristo nostro Signore. Amen

2) Lettura del Vangelo

Dal Vangelo secondo Matteo 9,14-15

In quel tempo, giunto Gesù all’altra riva del lago, nella regione dei Gadareni, gli si accostarono i discepoli di Giovanni e gli dissero: “Perché, mentre noi e i farisei digiuniamo, i tuoi discepoli non digiunano?”.

E Gesù disse loro: “Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto mentre lo sposo è con loro? [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

PREMIATO IL PRESEPE PIU’ BELLO DI ALI’

Nove le rappresentazioni della nascita di Gesù realizzate nei vari quartieri del paese. Si aggiudica il primo posto la via Spirito Santo.
27-12-15

Sono stati nove i presepi partecipanti al concorso organizzato dai volontari del Servizio Civile, nell'ambito del progetto attuato dal Comune di Alì. Veramente molto belli e meritevoli tutti di ricevere un premio. Ognuno si è distinto per l'originalità dell’ambientazione, per l’accuratezza dei particolari, per la ricercatezza dei pastori e per la semplicità dei materiali utilizzati. Tecniche differenti, dunque, impiegate nella realizzazione di queste rappresentazioni della Natività, sicuramente molto apprezzate, così come molto gradita è stata tutta la manifestazione, che ha inteso rivitalizzare un periodo gioioso, quale dovrebbe essere quello natalizio.

Ma si è trattato pur sempre di un concorso e, dunque, come tutti i concorsi che si rispettano, lunedi 28 dicembre una giuria ha dovuto “incoronare” il presepe più bello. Il primo posto è andato al quartiere Spirito Santo, capitanato da Angelo Caso, il secondo, invece, al gruppo di via Cappuccini ad Ariella, rappresentato da Antonino D’Angelo.

La giuria, chiamata a decidere quale tra questi poteva essere considerato “il più bel presepe nei quartieri di Alì”, sicuramente non ha avuto un compito facile. I quattro giurati (Alfio e Saro Busà, Antonino Silla e il diacono Pippo Giannetto), hanno girato per le vie del paese, accompagnati dal sindaco Pietro Fiumara, dai ragazzi del servizio civile e da quanti hanno voluto unirsi a loro, per esaminare i lavori realizzati, per poi ritrovarsi presso il Palazzo Brunaccini per l’investitura ufficiale. Qui, prima di procedere alla premiazione, gli stessi hanno avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa e di elogio per quanti si sono prodigati nella realizzazione dei lavori: «speriamo – dice il dottore Saro Busà – che questa bella iniziativa possa continuare anche nei prossimi anni». Il diacono Pippo Giannetto, invece, si è soffermato su origini e significato del presepe e sulla necessità di mettere bene in evidenza la grotta con la Sacra Famiglia di Nazaret, fulcro di tutto ed elemento fondamentale da attenzionare: «A Natale, valorizziamo innanzitutto il presepe – ha detto –perché fa parte della nostra tradizione (il primo è stato realizzato da San Francesco d'Assisi) e poi l’albero, la cui tradizione è stata importata». Anche il sindaco, nel suo intervento, ha ringraziato tutti per la partecipazione ed ha lodato l’iniziativa.
Ai rappresentati della via Spirito Santo è stata consegnata una targa in ceramica da collocare nel quartiere a ricordo del più bel presepe… realizzato. I presepi potranno ancora essere visitati fino al 6 gennaio.

Martedi 29 dicembre al Palazzo Brunaccini, alle ore 17,00 si svolgerà un evento dedicato ai bambini, con “Giochi e sorprese”, sempre organizzato in collaborazione con i giovani del Servizio Civile.




twitter logo

"Non abbandoniamo le preghiere semplici che da bambini abbiamo imparato nella nostra famiglia e che custodiamo nella… https://t.co/vhhRo4LO6j"

Tweetato il 21 Aprile da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.