Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Febbraio

Giovedi 21 · S. Pier Damiani; B. Maria Enrica Dominici; B. Natale pinot

Il Signore dal cielo ha guardato la terra.

Gen 9,1-13; Sal 101; Mc 8,27-33.

Ore 17,00 S. Messa.


Venerdi 22 · CATTEDRA DI SAN PIETRO - S. Pascasio; S. Margherita da Cortona

Il Signore e' il mio pastore: non manco di nulla.

1Pt 5,1-4; Sal 22; Mt 16,13-19.


Sabato 23 · S. Policarpo; B. Giuseppina Vannini; Beato Nicola Tabouillot

O Dio, voglio benedire il tuo nome in eterno.

Eb 11,1-7; Sal 144; Mc 9,2-13.


Domenica 24 · 7.a Tempo Ordinario - S. Modesto; B. Tommaso M. Fusco

Il Signore e' buono e grande nell’amore.

1Sam 26,2.7-9.12-13.22-23; Sal 102; 1Cor 15,45-49; Lc 6,27-38.

Ore 16,30 Oratorio
Ore 18,00 S. Messa
La statua di S. Agata viene riposta sul suo altare.


Lunedi 25


Martedi 26


Mercoledi 27


LITURGIA

SANT’AGATA… “IMMOBILE COLONNA”

La Patrona di Alì viene celebrata il 5 febbraio. Il 17 agosto di ogni anno viene ricordata la traslazione delle Reliquie da Costantinopoli a Catania, passando per la terra di Alì.
30-01-19

Sant’Agata il cui nome in greco Agathé, significava buona, fu martirizzata verso la metà del III secolo, alcuni reperti archeologici risalenti a pochi decenni dalla morte, avvenuta secondo la tradizione il 5 febbraio 251, attestano il suo antichissimo culto.
Nacque nei primi decenni del III secolo (235?) a Catania; la Sicilia, provincia romana, così come le altre parti del grande impero, era soggetta alle persecuzioni contro i cristiani. Persecuzioni che erano cominciate, sia pure occasionalmente, intorno al 40 d.C. con Nerone; nel II e III secolo, furono giustificate da una legge che vietava il culto cristiano.
Nel 249 l’imperatore Decio, visto il diffondersi  del cristianesimo, fu ancora più drastico: tutti i cristiani, per il solo fatto di essere tali, [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

MONS. TRIPODO CELEBRA CON TUTTI I SACERDOTI DEL VICARIATO IN OCCASIONE DEL GIUBILEO PARROCCHIALE ALIESE CON LA PARTECIPAZIONE DI TANTI FEDELI DELLE COMUNITA’ DEL CIRCONDARIO

Mons. Gaetano Tripodo è stato delegato dal Vescovo Raspanti, prima che quest'ultimo fosse sostituito dal’Arcivescovo emerito di Taranto, Mons. Benigno Luigi Papa, quale nuovo Amministratore Apostolico dell’Arcidiocesi di Messina. Il nuovo reggente si insedierà il prossimo 22 aprile, alle ore 18, in Cattedrale a Messina.
07-04-16

Il Giubileo parrocchiale aliese, sta dando opportunità alla nostra Comunità e al nostro Paese, di accogliere altre comunità e altri fratelli, che uniti dalla stessa fede, visitano la Chiesa Madre per poter lucrare l’indulgenza plenaria e aver parte all’amore misericordioso del Padre.

Così è stato ieri. Doveva essere presente l’Amministratore Apostolico, Mons. Antonino Raspanti, che doveva farsi latore della Benedizione Apostolica concessa, su mandato di Papa Francesco, dalla Penitenzieria Apostolica. Ma la presenza del Vescovo non è stata possibile, in quanto, come tutti sappiamo, dal mezzogiorno del 4 aprile un nuovo Amministratore Apostolico, è stato nominato dalla Santa Sede per la nostra Arcidiocesi: Mons. Benigno Luigi Papa, Arcivescovo emerito di Taranto.

Ma, Mons. Raspanti, ha delegato, prima della cessazione del suo mandato, il delegato ad omnia, Mons. Gaetano Tripodo.

Alcuni temevano che la mancanza del Vescovo avrebbe influito sulla partecipazione, ma così non è stato. Tutti i parroci del Vicariato erano presenti, e lo erano con corpose rappresentanze delle loro comunità parrocchiali.

I Sacerdoti e i Diaconi, si sono preparati nella Chiesa delle Anime del Purgatorio, e processionalmente, con in testa la Confraternita di Misericordia e la Deputazione di S. Agata, si sono avviati verso  la Chiesa madre. Una Chiesa madre gremita, come nei giorni di grande solennità. La celebrazione è stata molto bella e solenne. Il sottoscritto, nel dare il saluto a Mons. Tripodo e ai Sacerdoti concelebranti, ha voluto mettere in risalto l’origine del termine giubileo: dall’ebraico “jobel” il corno delle convocazioni del popolo di Israele per l’anno di grazia voluto dal Signore e dal latino “jubilum”, gioia:  essere convocati dal Signore per sperimentare il suo infinito amore di Padre misericordioso è motivo di grande gioia. Mons. Tripodo, nella sua omelia, ha messo in risalto cosa significhi celebrare un giubileo, come il nostro, nel contesto del Giubileo straordinario della Chiesa universale, il Giubileo della Misericordia.

Dopo la Celebrazione, il parroco ha consegnato ai confratelli l’Attestato di Partecipazione al Giubileo Aliese ed ha manifestato, ancora una volta la sua gratitudine per la loro fraterna e gioiosa presenza.

Ad meliora et maiora semper.

Padre Vincenzo

Il parroco, desidera ringraziare tutti coloro che hanno collaborato per la celebrazione del 6 aprile scorso, in modo particolare: i Deputati di S. Agata, la Confraternita di Misericordia, il Coro con le animatrici Angela Cozzo, Grazia Magazzù e Giovanna Manganaro, l'organista Santino Triolo; Santino Fiumara, Giovanni Fiumara, Maria D'Angelo, Santina Davì; il Sig. Faustino Sparacino e la fam. Riccioni per la disponibilità della Chiesa delle Anime del Purgatorio e, per finire, i giovani che hanno svolto servizio liturgico.




twitter logo

"Da domani vivremo alcune giornate di dialogo e comunione, di ascolto e discernimento. Possano essere un tempo di co… https://t.co/mLnhkrCM2C"

Tweetato il 20 Febbraio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.