Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Dicembre

Mercoledi 12 · B.V. Maria di Guadalupe

Benedici il Signore, anima mia.

Is 40,25-31; Sal 102; Mt 11,28-30.


Giovedi 13


Venerdi 14


Sabato 15


Domenica 16


Lunedi 17


Martedi 18


LITURGIA

“CELESTE PATRONA DELLA TERRA DI SICILIA, CI AFFIDIAMO A TE”

8 Dicembre: IMMACOLATA CONCEZIONE
05-12-18



L'icona tradizionale della Vergine Maria Immacolata riflette l'invocazione litanica del santuario lauretano che Isaia canta nel vaticinio che contrappone la città santa, protetta da mura e baluardi, alla prosopopea della città terrena, calpestata dai poveri: “turris eburnea”.
A Maria Immacolata, celeste patrona della terra di Sicilia, delle sue Chiese e della sua gente, affaticata nella città terrena, non possiamo chiedere altro che la sua preghiera al Padre sia quel baluardo di difesa in cui ciascuno di noi può confidare. Il cuore di Maria, donna e madre di Dio, è il santuario terreno-celeste in cui troviamo rifugio sicuro, e in cui speriamo che ogni siciliano cerchi la consolazione e la speranza che [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

GLI ALUNNI DI ALI’, A “SCUOLA” DI TRADIZIONI POPOLARI, PREPARANO IL PANE AZZIMO COME SI FA PER LA FESTA GRANDE

La scuola aliese si è trasformata in un laboratorio per la preparazione del pane azzimo allo scopo di conservare le tradizioni della Festa Grande. All’iniziativa hanno preso parte anche le giovani che parteciperanno al sorteggio per la rappresentazione di S. Agata e S. Caterina.
13-04-16

 “Laboratorio per la trasmissione e la conservazione delle tradizioni popolari”: così è stata intitolata l’attività svoltasi martedi scorso, presso la scuola di Alì. Presenti tutti i bambini e ragazzi delle classi materne, elementari e medie, che si sono prodigati nella realizzazione delle tradizionali forme di pane azzimo, simili a quelle che nei prossimi mesi verranno elaborate per l’addobbo del cilio del pane. Ad aiutarli un gruppo di mamme facenti parte del gruppo dei ciliari del pane, i cui figli frequentano lo stabile aliese. Entusiasti di questa iniziativa, tutti hanno messo le “mani in pasta”, genitori, bambini e insegnanti, impegnandosi a realizzare diverse formelle di pane: tenaglie, palme, ciambelle, fiori e foglie, il tutto poi ricoperto con albume d’uovo, per dare la classica colorazione dorata. Possiamo dire, grazie a questa iniziativa delle insegnanti della nostra scuola di Alì, che i ciliari del pane quest'anno avranno dei giovanissimi aiutanti che daranno il loro contributo, ovviamente assieme a tutta la cittadinanza.

L’iniziativa è stata molto apprezzata perché rivolta a quella parte della popolazione che, data l’età, non ha vissuto le precedenti edizioni e,
dunque, sconosce tutte le operazioni e le fasi che scandiscono le giornate dei preparativi e, poi, quelle della festa. Con questa attività, unitamente ad altre che il corpo insegnati ha voluto fortemente, si è inteso rafforzare il legame delle nuove generazioni alle tradizioni popolari che, altrimenti, rischierebbero di andare perdute. Nelle scorse settimane sono state proiettate anche alcune foto della festa ed è stato spiegato loro il funzionamento ed il significato degli elementi su cui ruota tutta la manifestazione: i cilii. Stessa cosa sarà ripetuta nelle scuole del circondario, soprattutto in quei paesi dove i Ciliari delle ragazze si recheranno per raccogliere offerte e monili d’oro, utili per l’addobbo della propria macchinetta.

Tornando al laboratorio svolto nella scuola di Alì, un particolare non di poco conto è che tra i giovani che vi hanno preso parte ci sono anche le fanciulle che parteciperanno al sorteggio per la scelta delle protagoniste del cilio delle Ragazze e della festa tutta: due di loro impareranno l’arte della tessitura e, nei giorni della festa, rappresenteranno S. Agata e S. Caterina. Il sorteggio sarà effettuato nelle prossime settimane, probabilmente già domenica 24 aprile.

Giovanni Fiumara
Roberto Roma




twitter logo

"“Consolate, consolate il mio popolo” (Is 40,1). Come consola il Signore? Con la tenerezza. #SantaMarta"

Tweetato il 11 Dicembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.