Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Giugno

Mercoledi 20 · S. Gobano; S. Giovanni da Matera

Rendete saldo il vostro cuore, voi tutti che Sperate nel Signore.

2Re 2,1.6-14; Sal 30; Mt 6,1-6.16-18.


Giovedi 21 · S. Luigi Gonzaga; S. Rodolfo

Gioite, giusti, nel Signore.

Sir 48,1-14; Sal 96; Mt 6,7-15.

Ore 18,00 Adorazione Eucaristica, segue la S. Messa.


Venerdi 22 · S. Paolino da Nola; Ss. Giovanni F. e Tommaso M.

Il Signore ha scelto Sion, l'ha voluta per sua residenza.

2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23.


Sabato 23 · S. Giuseppe Cafasso; S. Lanfranco

La bonta' del Signore durera' in eterno.

2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34.


Domenica 24 · NATIVITA' DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda.

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 25


Martedi 26


LITURGIA

IL "SANTO DEL PANE"

La tradizione di benedire il pane in onore di S. Antonio e di distribuirlo in cambio di offerte a sostegno delle opere caritative affonda la propria origine nel miracolo della risurrezione, per intercessione del Santo di Tommasino.
13-06-18

Riproponiamo il racconto del miracolo della risurrezione del piccolo Tommasino come riportato da P. Vergilio Gamboso, ofm conv nel suo volume Libro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova.               

Un bimbo di venti mesi, di nome Tomasino, i cui genitori avevano l’abitazione vicino alla chiesa del beato Antonio, in Padova, fu lasciato incautamente da sua madre accanto a un recipiente pieno d’acqua. Allorché quella donna fece ritorno a casa, vedendo emergere i piedi del bambino da quel mastello, vi si precipitò, e vide che la testa del figlio stava all’ingiù, nel fondo del recipiente, mentre i piedi si levavano sopra. Urlando trasse fuori il piccino, ormai rigido e [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

Il concorso “Guarda sempre avanti” per celebrare la figura di Madre Maddalena Morano fondatrice dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Alì Terme

La Salesiana è stata proclamata Beata vent’anni fa a Catania da Papa Giovanni Paolo II
12-01-15

Il 5 novembre scorso, in occasione dell’apertura delle celebrazioni nel ventesimo anniversario della beatificazione di Madre Maddalena Morano (avvenuta a Catania nel 1994, alla presenza di Giovanni Paolo II), le suore dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Alì Terme hanno avviato una serie di manifestazioni per ricordare l’importante evento ed il ruolo che ebbe l’attività missionaria della suora piemontese, in Sicilia e ad Alì Terme, in particolare. Queste celebrazioni si concluderanno il 26 marzo 2015 a Catania, presso l’Ispettoria Sicula delle figlie di Maria Ausiliatrice, luogo in cui Madre Morano è tornata alla casa del padre, il 26 marzo 1908. In questo periodo, nelle varie comunità siciliane, fondate dalla suora piemontese, sono state programmate una serie di eventi (manifestazioni, incontri, dibattiti) sul ruolo svolto da Madre Morano, sulla sua figura e sulla missione educativa ed evangelizzatrice svolta. Si ricordi che al suo arrivo nell’isola le case salesiane esistenti erano solo due, alla sua morte, invece, se ne contavano ben 18. L’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Alì Terme, fondato dalla religiosa è il luogo in cui, per sua stessa volontà, riposano le sue spoglie. Ella ebbe un rapporto privilegiato con la cittadina jonica, al punto che quella ivi fondata è stata definita “la casa del cuore”, e proprio qui chiese di essere seppellita alla sua morte. Il suo corpo oggi è esposto alla venerazione dei fedeli, in una teca trasparente, in una cappella della chiesa interna di quell’istituto da lei fondato nel 1890: era il 25 luglio quando assieme ad altre due suore e ad una novizia apre la nuova casa di Alì Marina; il 9 agosto, camminando per le spiagge ha invitato ragazze e ragazzi a frequentare l’oratorio; l’attività iniziò ufficialmente il giorno successivo. Un legame filiale molto forte, dunque, oggi come allora, unisce la comunità aliese alla fondatrice di quel collegio, che per diverse generazioni è stato luogo di formazione di tante giovani, il cui bagaglio culturale ed educativo acquisito è stato sempre un elemento distintivo nella società e nei luoghi di lavoro. Questo vincolo sentimentale ha fatto sì che la famiglia salesiana di Alì Terme organizzasse un concorso, intitolato “Guarda sempre avanti” (famosa frase della Beata), rivolto agli studenti che frequentano le scuole del comprensorio jonico, dalla prima classe della scuola primaria fino al biennio delle scuole superiori di secondo grado. La presentazione ufficiale è stata fatta il 13 novembre 2014 ad Alì Terme, alla presenza di alcune scolaresche, in occasione del triduo di preparazione alla festa della beata (15 novembre, giorno della sua nascita, avvenuta a Chieri nel 1847).   Lo scopo dell'iniziativa è quello di far conoscere, ancor di più, Madre Morano nella riviera jonica. Termine ultimo per potersi iscriversi è il 30 gennaio 2015, mentre per presentare i vari elaborati, ci sarà tempo fino al 28 febbraio 2015. Il concorso si suddivide in tre categorie: le prime tre classi della scuola primaria potranno partecipare con elaborati artistici (immagini, sculture ed elaborati di ogni tipo) e poesie; i ragazzi che frequentano dalla quarta classe della scuola primaria alla seconda di quella secondaria di primo grado, oltre agli elaborati artistici  ed alle poesie, potranno produrre anche delle canzoni (testo e musica); terza classe della scuola secondaria di primo grado e biennio della scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore), oltre agli elaborati già descritti, potranno presentare anche video e/o musical, della durata massima di dieci minuti. La premiazione avverrà il 26 marzo 2015 presso l’Istituto Salesiano di Catania, data in cui si concluderanno i festeggiamenti del Ventennale della Beatificazione di Madre Maddalena Morano.

 Piero Cozzo


Regolamento concorso e modulo iscrizione




twitter logo

"La scelta di seguire Cristo favorisce l’edificazione di una società più giusta, più fraterna, più umana secondo il cuore di Dio."

Tweetato il 19 Giugno da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.