Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Dicembre

Mercoledi 12 · B.V. Maria di Guadalupe

Benedici il Signore, anima mia.

Is 40,25-31; Sal 102; Mt 11,28-30.


Giovedi 13


Venerdi 14


Sabato 15


Domenica 16


Lunedi 17


Martedi 18


LITURGIA

“CELESTE PATRONA DELLA TERRA DI SICILIA, CI AFFIDIAMO A TE”

8 Dicembre: IMMACOLATA CONCEZIONE
05-12-18



L'icona tradizionale della Vergine Maria Immacolata riflette l'invocazione litanica del santuario lauretano che Isaia canta nel vaticinio che contrappone la città santa, protetta da mura e baluardi, alla prosopopea della città terrena, calpestata dai poveri: “turris eburnea”.
A Maria Immacolata, celeste patrona della terra di Sicilia, delle sue Chiese e della sua gente, affaticata nella città terrena, non possiamo chiedere altro che la sua preghiera al Padre sia quel baluardo di difesa in cui ciascuno di noi può confidare. Il cuore di Maria, donna e madre di Dio, è il santuario terreno-celeste in cui troviamo rifugio sicuro, e in cui speriamo che ogni siciliano cerchi la consolazione e la speranza che [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

FESTA GRANDE DI ALI’: LUDOVICA E RACHELE INIZIANO A TESSERE IN PUBBLICO (VIDEO)

Ora sarà possibile ammirare le due fanciulle mentre tessono tutti i giorni fino al 17 agosto. Dovranno imparare anche balli tradizionali.
22-06-16

E’ stato dato inizio alle attività di tessitura in preparazione della Festa solenne in onore di S. Agata, che la Comunità di Alì (ME) organizza ogni 10 anni. Il 21 giugno subito dopo la S. Messa, così come in questo periodo si è soliti fare per la celebrazione giubilare del Martedi di S. Agata, il Parroco assieme all’assemblea si è spostato verso l’altare della Santa Patrona per la recita delle preghiere per l’ottenimento dell’Indulgenza Plenaria, ma stavolta come atto iniziale sono stati accesi due ceri e si è pregato per affidare le due bambine, il loro lavoro e quello di tutto il gruppo di Ciliari alla Vergine catanese. Al termine, tutti assieme ci si è diretti verso la chiesetta dell’Immacolata dove, dopo la benedizione dei locali, Rachele e Ludovica si sono avvicendate al telaio e alle spolette. E’ stata questa la prima “esibizione” in pubblico, considerato che nelle scorse settimane hanno avuto il primo approccio con il telaio lontano da occhi indiscreti, per consentire loro di potersi concentrare bene in un’attività del tutto nuova.

Le due fanciulle, infatti, dopo aver chiuso l’anno scolastico con la promozione ed aver riposto i libri sullo scaffale, non hanno potuto godere delle vacanze estive, visto che si sono dovute subito cimentare in questa nuova avventura, che durerà fino ai tre giorni conclusivi della “Festa Ranni 2016”: il 19 – 20 – 21 Agosto. Sarà richiesto loro di imparare a tessere e a saper riempire le spolette, attività che dovranno fare anche sul cilio, la struttura in legno, appositamente ornata, che sarà portata in processione (21 Agosto). In quella occasione interpreteranno: S. Agata, al telaio e S. Caterina, alle spolette.

Come ha ricordato lo stesso Padre Vincenzo, nelle date in cui sappiamo esserci stata la Festa Grande, fino al 1938 le bambine non tessevano realmente, solo dal 1958 si pensò di istruirle affinché la loro rappresentazione potesse divenire più reale. Delle altre edizioni, precedenti al secolo scorso, non abbiamo notizie

Ora, dopo l’avvio ufficiale, Ludovica e Rachele si eserciteranno tutti i giorni, producendo realmente una tela che poi i genitori conserveranno ed in parte doneranno a parenti e amici. Sarà possibile ammirare il lavoro svolto, tutti i giorni dalle ore 17 alle ore 19, fino al 17 agosto, domeniche escluse. In tanti si sono già recati nella chiesa dell’Immacolata per osservare con quale precisione ed impegno le due fanciulle si stanno dedicando all’uso di questo strumento. Ma non sarà la sola attività che dovranno svolgere. Tradizione vuole che durante le varie sfilate o gli intrattenimenti in Piazza o durante le visite alla sede di lavoro dell’altro cilio, quello del pane, le due bambine si esibiscano in balli tradizionali, accompagnate dal suono di fisarmonica e tamburello, balli che poi coinvolgeranno tutti gli spettatori.

Maestre d’eccezione sono: Santina Grioli, mamma di Ludovica, e Antonella Bonura. Anche loro hanno imparato da poco l’uso del telaio, nelle settimane scorse hanno assistito durante le operazioni di montaggio del telaio e dell’ordito ed hanno appreso dalla signora Paola Filocamo, come si tesse. La signora Paola sarà, comunque, sempre punto di riferimento per ogni evenienza.

Una grossa responsabilità quella spettante a Ludovica e Rachele, che saranno sicuramente in grado di affrontare, sostenendo questi ritmi con il sostegno dei familiari e di tutti i compaesani.


R.R.

Cliccando sull'immagine in alto sarà possibile visualizzare il video




twitter logo

"“Consolate, consolate il mio popolo” (Is 40,1). Come consola il Signore? Con la tenerezza. #SantaMarta"

Tweetato il 11 Dicembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.