Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Giugno

Mercoledi 20 · S. Gobano; S. Giovanni da Matera

Rendete saldo il vostro cuore, voi tutti che Sperate nel Signore.

2Re 2,1.6-14; Sal 30; Mt 6,1-6.16-18.


Giovedi 21 · S. Luigi Gonzaga; S. Rodolfo

Gioite, giusti, nel Signore.

Sir 48,1-14; Sal 96; Mt 6,7-15.

Ore 18,00 Adorazione Eucaristica, segue la S. Messa.


Venerdi 22 · S. Paolino da Nola; Ss. Giovanni F. e Tommaso M.

Il Signore ha scelto Sion, l'ha voluta per sua residenza.

2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23.


Sabato 23 · S. Giuseppe Cafasso; S. Lanfranco

La bonta' del Signore durera' in eterno.

2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34.


Domenica 24 · NATIVITA' DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda.

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 25


Martedi 26


LITURGIA

IL "SANTO DEL PANE"

La tradizione di benedire il pane in onore di S. Antonio e di distribuirlo in cambio di offerte a sostegno delle opere caritative affonda la propria origine nel miracolo della risurrezione, per intercessione del Santo di Tommasino.
13-06-18

Riproponiamo il racconto del miracolo della risurrezione del piccolo Tommasino come riportato da P. Vergilio Gamboso, ofm conv nel suo volume Libro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova.               

Un bimbo di venti mesi, di nome Tomasino, i cui genitori avevano l’abitazione vicino alla chiesa del beato Antonio, in Padova, fu lasciato incautamente da sua madre accanto a un recipiente pieno d’acqua. Allorché quella donna fece ritorno a casa, vedendo emergere i piedi del bambino da quel mastello, vi si precipitò, e vide che la testa del figlio stava all’ingiù, nel fondo del recipiente, mentre i piedi si levavano sopra. Urlando trasse fuori il piccino, ormai rigido e [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

TUTTI A PIEDI VERSO FIUMEDINISI CON I CILIARI DELLE RAGAZZE

Subito dopo la S. Messa e l’esibizione delle due bambine, come tradizione vuole, il vicino Comune sarà raggiunto a piedi.
12-07-16

I ricordi della nostra prima festa Ranni risalgono al 1978, ma sono dei ricordi vaghi e vissuti da spettatori. Quest'anno per noi la festa riveste un altro significato, perché, inaspettatamente il 5 febbraio siamo stati nominati tra le 24 famiglie che si occuperanno dell'allestimento dei due cerei. Noi apparteniamo al gruppo dei Ciliari delle ragazze, che ha il compito di impreziosire la vara con drappi rossi e monili d'oro e sulla quale prenderanno posto le due bambine che impersoneranno S. Agata e S. Caterina d'Alessandria.

Per ogni aliese è un grande onore entrare a far parte di uno dei due gruppi dei ciliari, quasi a voler dimostrare la totale appartenenza a S. Agata.

La devozione del popolo di Alì alla martire catanese, risale al lontano 1126, quando la nave su cui erano trasportate le spoglie della Santa, facendo ritorno da Costantinopoli, dove erano state trasferite 86 anni prima per preservarle dal possibile sacrilegio degli invasori Arabi, si fermò presso la marina di Alì, attuale Alì Terme. E' stato un evento che accese sentimenti di profondo attaccamento verso questa eroina della fede, tanto che dopo aver ottenuto in dono parte del velo che ricopriva le sacre spoglie, ben presto fu acclamata Patrona di Alì. Così gli aliesi si sono rifugiati sotto le "ali" protettive di S. Agata.

Ormai la macchina organizzativa della Festa Grande 2016 è stata avviata, ci apprestiamo a vivere un periodo veramente bello tra devozione, folklore e tradizioni. Questa manifestazione impegnerà tutta l'estate, non solo noi ciliari, ma tutta la cittadinanza che prenderà parte alle varie fasi preparatorie.  

In paese si respira aria di festa, i quartieri dei Ciliari sono stati abbelliti con striscioni e bandierine, il 21 giugno si è dato il via ufficiale, presso la chiesa dell'immacolata, alla scuola del telaio con protagoniste le bambine sorteggiate, Rachele e Ludovica, che tutti i giorni aspettano di essere ammirate nell'arte della tessitura.

Sicuramente la Festa Grande, ma soprattutto la fede verso la nostra Patrona richiamerà in questo nostro piccolo paese parecchi aliesi sparsi in Italia e nel mondo, pronti a immortalare tutti i momenti suggestivi della festa per poi condividerli, al loro rientro, con chi non è potuto essere presente.

Domenica 17 luglio il nostro gruppo, assieme a tanti aliesi e non, subito dopo la S. Messa del mattino, partirà alla volta di Fiumedinisi, per annunciare la festa e per iniziare la raccolta di oggetti d’oro ed offerte. Andremo a piedi, come vuole la tradizione, seguendo una stradina rurale interna. Speriamo che siate in tanti a seguirci, per condividere questa bellissima esperienza. Per tutti coloro che preferiscano raggiungerci in macchina, si tenga conto che il nostro arrivo a Fiumedinisi è previsto per le ore 10,30. 

Chiunque volesse partecipare al pranzo presso il locale ristorante Villa Costanza può comunicarlo ai Ciliari entro il 15 luglio (menù completo 20 euro a persona). Per tutti coloro che si sono recati a Fiumedinisi a piedi, la sera sarà garantito il rientro ad Alì in autobus.

I paesi che saranno visitati nelle domeniche successive sono: Itala (24 luglio), Alì Terme (31 luglio), per concludere poi con Alì, il 7 agosto.

EVVIVA S. AGATA!

Franco Triolo

Capo-cartella del Cilio delle Ragazze




twitter logo

"La scelta di seguire Cristo favorisce l’edificazione di una società più giusta, più fraterna, più umana secondo il cuore di Dio."

Tweetato il 19 Giugno da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.