Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Giugno

Venerdi 22 · S. Paolino da Nola; Ss. Giovanni F. e Tommaso M.

Il Signore ha scelto Sion, l'ha voluta per sua residenza.

2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23.


Sabato 23 · S. Giuseppe Cafasso; S. Lanfranco

La bonta' del Signore durera' in eterno.

2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34.


Domenica 24 · NATIVITA' DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda.

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 25


Martedi 26


Mercoledi 27


Giovedi 28


LITURGIA

IL "SANTO DEL PANE"

La tradizione di benedire il pane in onore di S. Antonio e di distribuirlo in cambio di offerte a sostegno delle opere caritative affonda la propria origine nel miracolo della risurrezione, per intercessione del Santo di Tommasino.
13-06-18

Riproponiamo il racconto del miracolo della risurrezione del piccolo Tommasino come riportato da P. Vergilio Gamboso, ofm conv nel suo volume Libro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova.               

Un bimbo di venti mesi, di nome Tomasino, i cui genitori avevano l’abitazione vicino alla chiesa del beato Antonio, in Padova, fu lasciato incautamente da sua madre accanto a un recipiente pieno d’acqua. Allorché quella donna fece ritorno a casa, vedendo emergere i piedi del bambino da quel mastello, vi si precipitò, e vide che la testa del figlio stava all’ingiù, nel fondo del recipiente, mentre i piedi si levavano sopra. Urlando trasse fuori il piccino, ormai rigido e [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

CILIO DEL PANE: MANI IN PASTA!

Giovedi 4 agosto sarà l’ultimo giorno in cui il laboratorio allestito per la realizzazione del pane rimarrà aperto. I Ciliari delle ragazze, invece, ultimeranno la loro raccolta domenica 7 agosto. Nei giorni seguenti i due gruppi inizieranno a preparare i cilii.
02-08-16

Cliccando sulla foto sarà possibile vedere alcune fasi della lavorazione del pane.

750 kg di farina, innumerevoli tuorli d’uovo, olio di gomito a volontà e tanta, tanta collaborazione. Questi elementi amalgamati dalla profonda devozione che Alì nutre per la Patrona Sant’Agata hanno contraddistinto la produzione del pane azzimo per la realizzazione del Cilio che sfilerà per le vie del paese insieme a quello delle ragazze e a Sant’Agata l’ultimo giorno di festa.

In quanto ciliari del pane non possiamo fare altro che ringraziare tutta la comunità di Alì ma anche tanta gente proveniente dai paesi vicini e lontani che ha voluto fare questa esperienza dal sapore antico come l’uomo, divenuta sacra in una città come Alì che affonda le radici della sua devozione verso Sant’Agata nella sua tradizione e nella sua storia.

Chiunque in questi giorni abbia fatto visita presso i locali del municipio, non ha potuto fare a meno di toccare con mano alcune cose che si sono ripetutamente affiancate al lavoro: armonia, allegria e tanto divertimento. Interessante è stato vedere diverse generazioni a confronto, soprattutto quella dei più anziani e dei più piccoli che hanno avuto un’occasione per incontrarsi e capirsi. In questa Festa Grande tutto porta alla comunione, è quasi un invito divino quello di parteciparvi senza temere nulla. Anche i suonatori di fisarmonica e tamburello che hanno accompagnato il lavoro di noi ciliari del pane durante i fine settimana, non hanno potuto fare a meno di notare la stessa cosa. Uno di loro con cui ho scambiato qualche chiacchiera mi ha detto con una nota d’orgoglio: è davvero una bella festa, ci partecipo dal 1988 come suonatore dei ciliari del pane ed è sempre un onore per me. Bella la devozione del vostro paese.

Anche alcune suore del collegio Maria Ausiliatrice di Alì Terme ci hanno fatto visita e hanno partecipato al lavoro, facendo alcune ciambelle.


Giovedì 4 agosto si finirà di produrre il pane ma il lavoro, stavolta esclusivo di noi ciliari, non è ancora finito. Si dovrà procedere all’allestimento del Cilio su cui, a conti fatti andranno circa 100 kg di pane, comprese le 12 ciambelle grandi dalle mani sovrapposte e 36 più piccole di fattura tradizionale, il resto sarà imbustato e distribuito ai fedeli che lo desiderano.  

Carmelo Manganaro




twitter logo

"L’amore per gli altri deve diventare la costante della nostra esistenza."

Tweetato il 22 Giugno da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.