Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Ottobre

Mercoledi 17 · S. Ignazio di Antiochia ; B. Contardo Ferrini

Chi ti segue, Signore, avra' la luce della vita.

Gal 5,18-25; Sal 1; Lc 11,42-46.


Giovedi 18 · S. Luca ev.; S. Pietro d’Alcantara

I tuoi santi, Signore, dicano la gloria del tuo regno.

2Tm 4,10-17b; Sal 144; Lc 10,1-9.


Venerdi 19 · Ss. Giovanni de B. e Isacco J. e c. S. Paolo d. Croce

Beato il popolo scelto dal Signore.

Ef 1,11-14; Sal 32; Lc 12,1-7.


Sabato 20 · S. Cornelio; S. Adelina; S. Maria Bertilla Boscardin

Hai posto il tuo Figlio sopra ogni cosa.

Ef 1,15-23; Sal 8; Lc 12,8-12.


Domenica 21 · Ss. Orsola e c.; S. Malco I sett.

Donaci, Signore, il mo amore: in te speriamo.

Is 53,1O-1;: Sal 32; Eb 4,14-16; Mc 10,35-45.

S. Messa ore 18,30
Apertura anno Pastorale.


Lunedi 22 · S. Giovanni Paolo II

Il Signore ci ha fatti e noi siamo suoi.

Ef 2,1-10; Sal 99; Lc 12,13-21.


Martedi 23


LITURGIA

S. TERESA DI LISIEUX: Non è mai andata in “missione”, ma è la Patrona delle Missioni.

La Santa del mese di ottobre
11-10-18

Teresa Martin nasce ad Alençon in Francia il 2 gennaio 1873, ultima di nove figli, di cui 5 religiose e gli altri 4 deceduti in tenerissima età. È battezzata due giorni più tardi nella Chiesa di Notre-Dame, ricevendo i nomi di Maria Francesca Teresa. I suoi genitori sono Louis Martin e Zélie Guérin. Dopo la morte della madre, avvenuta il 28 agosto 1877, Teresa si trasferisce con tutta la famiglia nella città di Lisieux.
Verso la fine del 1879 si accosta per la prima volta al sacramento della penitenza. Nel giorno di Pentecoste del 1883 ha la singolare grazia della guarigione da una grave malattia, per l'intercessione di nostra Signora delle Vittorie. Educata dalle Benedettine di Lisieux, riceve la prima comunione l'8 [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

UN VIOLENTO TEMPORALE MANDA IN TILT IL VERSANTE JONICO

Strade invase dalle acque dei torrenti tracimati. Detriti e fango lungo le vie. Auto in panne. Sembra di rivivere una scena già vista.
25-11-16

Ancora una volta la riviera jonica è stata flagellata da un violento temporale. Già dal primo pomeriggio di venerdi 25 novembre una pioggia incessante aveva fatto temere il peggio: le previsioni erano poco rassicuranti.

I torrenti si sono subito ingrossati facendo scattare l’allarme per il rischio esondazione. Sulle strade si sono riversati detriti e fango. Numerose autovetture sono state sommerse o trascinate dalla forza delle acque che scorrevano lungo le strade. I danni maggiori si sono registrati a Giardini Naxos e Letojanni. Numerose le arterie interrotte soprattutto verso i centri collinari, a causa di smottamenti e frane. Notevoli problemi anche nel tratto di autostrada già interessato da deviazioni e dalla istituzione del doppio senso di marcia a causa della enorme frana riversatasi a settembre dello scorso anno, ancora non rimossa. Qui si è verificata una nuova caduta di detriti che hanno invaso le corsie lato valle, le sole utilizzate in entrambi i sensi di marcia, provocando problemi alla circolazione.

Nel tardo pomeriggio il maltempo, con la medesima intensità, si è spostato verso Alì ed i paesi limitrofi. A Nizza è straripato il fiume Landro, che si è riversato lungo le vie adiacenti. Ad Alì Terme alcuni detriti hanno invaso la via Maestro Guglielmo. Tanta la paura della gente che ha rivissuto i drammi che, negli anni scorsi, hanno segnato intere comunità.

La strada provinciale che conduce ad Alì è stata interessata da smottamenti e caduta di pietre e massi che hanno invaso la carreggiata rendendone poco agevole la percorrenza. Bisogna stare molto attenti alle due frane (nella foto) che sbarrano il passo agli automobilisti. Con molta cautela è possibile passare da alcuni varchi. Ancora caduta massi nella strada che si trova proprio sotto la curva di fronte al macello.

Da domani si ricomincerà con la conta dei danni e la pianificazione degli interventi di manutenzione.

R.R.




twitter logo

"Nell’ascolto della Parola di Dio attingiamo il coraggio e la perseveranza per offrire il meglio di noi stessi agli altri."

Tweetato il 17 Ottobre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.