Dal 21 aprile hanno avuto inizio i "Martedì in onore di S. Agata". S. Messa alle ore 17.00.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Maggio

Sabato 30 · S. Giovanna d'Arco; S. Ferdinando III; S. Giuseppe Marello

7.a di Pasqua.

At 28,16-20.30-31; Sal 10; Gv 21,20-25.

Gli uomini retti, Signore, contempleranno il tuo volto.


Domenica 31 · PENTECOSTE, Visitazione B.V. Maria

At 2,1-11; Sal 103; 1Cor 12,3b-7.12-13; Gv 20,19-23.

Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra.

S. Messa ore 18,30.

-- Finisce il Tempo Pasquale --


Giugno

Lunedi 1


Martedi 2


Mercoledi 3


Giovedi 4


Venerdi 5


LITURGIA

S. RITA DA CASCIA

La Santa delle cose impossibili
21-05-20


Santa Rita da Cascia
, una delle figure più invocate e venerate dai praticanti cattolici, nacque da Antonio Lotti ed Amata Ferri, due “pacieri di Cristo” (antenati dei moderni “mediatori civili” e/o ”conciliatori”, ndr) impegnati con le lotte tra guelfi e ghibellini, nel 1381 a Roccaporena, frazione di Cascia (PG). Le venne dato il nome di Margherita, ma ben presto tutti la chiamarono Rita.

Il primo miracolo le viene attribuito a soli 5 giorni dalla sua nascita, il miracolo delle Api Bianche: i genitori, impegnati nella mietitura, lasciarono Rita in una culla sotto ad un albero. Le si avvicinano 5 api [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

IN ARGENTINA SI FESTEGGIA S. AGATA NEL 50° ANNIVERSARIO DALLA REALIZZAZIONE DELLA STATUA «GEMELLA» DI QUELLA DI ALI’

Ogni anno a Remedios de Escalada gli aliesi emigrati si riuniscono, assieme alla comunità locale, per la festa della Santa siciliana. La statua viene portata in processione dai pompieri. Catalina D’Angelo Triolo: «E’ stata una celebrazione molto emozionante».
18-03-17

Domenica scorsa, nella Chiesa della Madonna dei Rimedi di Remedios de Escalada in Argentina, si è svolta la festa di S. Agata, così come avviene ormai da tanti anni. In quella parrocchia, infatti, la data della festa viene posticipata dal 5 febbraio alla seconda domenica di marzo, per evitare la coincidenza con le vacanze estive.

Quest’anno, però, la celebrazione in onore della Santa siciliana ha assunto un valore diverso in quanto sono stati ricordati i 50 anni dalla data in cui gli aliesi trasferitisi in questo Paese hanno fatto realizzare l’immagine di S. Agata, copia quasi identica a quella che si trova nella chiesa di Alì.

Per questo motivo, il 12 marzo mi sono recata in quella chiesa, che dista circa due ore di viaggio dalla città in cui vivo, con il cuore pieno di gioia e di commozione, ricordando mio padre, Salvatore D’Angelo, che nel 1967 faceva parte della commissione che ha intrapreso l’iniziativa. Oltre lui, ricordo che in questa commissione c’erano anche Maria Fiumara (oggi sostituita dalla figlia Angela Davì),  Mariano D’Angelo, Agata Ingrassia con suo marito Giuseppe Grioli, Agata Chillemi e il suo sposo Agatino Ingrassia, Carmelo D’Angelo e la moglie Nunziata ed altri.

La settimana scorsa, alla festa hanno partecipato i vigili del fuoco di Remedios de Escalada, che hanno prelevato la statua della Patrona per portarla, processionalmente, fino alla loro sede. Durante il tragitto ha suonato la Banda Musicale Municipale. Hanno partecipato anche le associazioni delle parrocchie vicine e tutta la comunità.

E’ stato molto commovente per me poter innalzare lo stendardo che 50 anni prima era stato portato da mio padre, nel quale c’è disegnata l’effige di S. Agata e la scritta “Santa Agueda”, sopra e “Alì Messina”, sotto. E’ stata quella anche l’occasione per poter incontrare tanti amici. Vi assicuro che durante la celebrazione ho pregato anche per tutti i compaesani di Alì.

Tanta l’emozione quando, al rientro, la banda ha suonato, dopo l’inno argentino, anche quello italiano.

A conclusione della parte religiosa della festa è stata celebrata la S. Messa. All’inizio il sacerdote ha invitato vicino all’altare tutte le donne con problemi alle mammelle. Assieme a loro si è intrattenuto in preghiera, proprio accanto alla statua di S. Agata. E’ stato quello un momento molto suggestivo: in chiesa non si sentiva volare una mosca!

Poi, durante la celebrazione, il prete ha ricordato che quella statua è stata voluta, 50 anni fa, dagli aliesi, che decisero di realizzarla come quella che avevano lasciato al paese natio. Un modo quello per sentirsi vicini alla propria terra, oltreché per poter continuare la devozione alla Martire catanese.

A chiusura dei festeggiamenti, in occasione di questo felice anniversario, la Signora Angela Davì, nella qualità di presidente del comitato organizzatore, ha consegnato alcuni attestati commemorativi ai rappresentanti delle istituzioni, che ogni anno presenziano all’evento. Io ho consegnato ad Angela una ciambella di pane che ho portato da Alì e che è stata realizzata durante la Festa Grande dell’anno scorso. Lei è stata molto felice di riceverla. Dalla festa del 2016 ho portato con me tante ciambelle di pane che ho donato a parenti e amici, facendo loro sicuramente una cosa molto gradita.

La serata è stata allietata da uno spettacolo musicale e dalla salsicciata.

Ho scritto queste righe per  condivere questi momenti con voi tutti, parenti e amici, che vi trovate in quello che io considero il miglior posto del mondo: Alì!

Vi voglio tanto bene, saluto tutti e vi penso sempre.

Catalina D’Angelo Triolo




twitter logo

"Abbiamo bisogno che lo Spirito Santo ci dia occhi nuovi, apra la nostra mente e il nostro cuore per affrontare il m… https://t.co/FY56EIYmOu"

Tweetato il 30 Maggio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.