Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Novembre

Sabato 17 · S. Elisabetta di Ungheria

Beato l'uomo che teme il Signore.

3Gv 5-8; Sal 111; Lc 18,1-8.


Domenica 18 · Dedic. Basil. dei Ss. Pietro e Paolo ap.- Giornata dei Poveri

Proteggimi, o Dio, in re mi rifugio.

Dn 12.1-3; Sal 15; Eb 10.11-14.18; Mc 13,24-32.

Ore 16,30 Oratorio.

Ore 17,30 S. Messa.


Lunedi 19 · S. Abdia pr.

Al vincitore daro' da mangiare dall'albero della vita.

Ap 1.1-5.a; 2.1-5a; Sal 1; Lc 18,35-43.

Ore 17,30 - Catechismo.


Martedi 20 · S. Teonesto

Il vincitore lo faro' sedere con me, sul mio trono.

Ap 3,1-6.14-22; Sal 14; Lc 19,1-10.

Ore 17,00 - S. Messa.


Mercoledi 21 · Presentazione della B.V. Maria; S. Agapio; S. Gelasio

Santo, santo, santo il Signore Dio, l'Onnipotente.

Ap 4,1-11; Sal 150; Lc 19,11-28.


Giovedi 22 · S. Cecilia

Hai fatto di noi, per il nostro Dio, un regno e sacerdoti.

Ap 51-10; Sal 149; Lc 19,41-44.

Ore 17,00 - S. Messa.


Venerdi 23 · S. Clemente I; S. Colombano

Quanto sono dolci al mio palato le tue promesse!

Ap 10,8-11; Sal 118; Lc 19,45-48.


LITURGIA

11 novembre: S. Martino di Tours

09-11-18


Quattromila chiese dedicate a lui in Francia, e il suo nome dato a migliaia di paesi e villaggi; come anche in Italia, in altre parti d’Europa e nelle Americhe: Martino il supernazionale. Nasce in Pannonia (che si chiamerà poi Ungheria) da famiglia pagana, e viene istruito sulla dottrina cristiana quando è ancora ragazzo, senza però il battesimo. Figlio di un ufficiale dell’esercito romano, si arruola a sua volta, giovanissimo, nella cavalleria imperiale, prestando poi servizio in Gallia. E’ in quest’epoca che può collocarsi l’episodio famosissimo di Martino a cavallo, che con la spada taglia in due il suo mantello militare, per difendere un mendicante dal freddo.
Lasciato l’esercito nel 356, raggiunge [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

CON LA REALIZZAZIONE DELLA STATUA DI S. AGATA IN ARGENTINA, GLI ALIESI DIFFUSORI DELLA DEVOZIONE ALLA MARTIRE CATANESE

L’Articolo di Catalina D’Angelo Triolo pubblicato nei giorni scorsi su Agathae sub alis… (www.santagataali.it) è stato ripreso da una testata giornalistica on-line di Catania.
09-04-17

La testimonianza di Catalina D’Angelo Triolo pubblicata in occasione del 50° anniversario dalla realizzazione della statua di S. Agata dalla comunità aliese presente in Argentina, per continuare la devozione alla Patrona che avevano lasciato al paese d’origine assieme agli affetti familiari e per rimarcare il senso di appartenenza ad un territorio, anche se incapace di garantire loro un futuro, ha raggiunto una platea di lettori certamente più ampia. L’articolo, infatti, è stato ripreso anche da “Cronaca Oggi Quotidiano”, testata giornalistica quotidiana e telematica di Catania e si è diffuso, nel territorio etneo, anche grazie alle numerose condivisioni effettuate da diversi gruppi agatini presenti su facebook. A pubblicarlo è stato il giornalista catanese Antonino Blandini, devoto di S. Agata e conoscitore della parrocchia e delle tradizioni aliesi.

Blandini così introduce l’argomento: «Nel periodico mensile “Agathae sub alis”, giornalino della parrocchia matrice “Sant’Agata V. e M.” di Alì (Messina) è stato pubblicato, a firma di Catalina D’Angelo Triolo, un articolo molto interessante su una festa in onore di Sant’Agata che annualmente si celebra, a marzo, a cura degli emigrati aliesi e della comunità locale, nella città argentina di Remedios de Escalada che conta oltre 80 mila abitanti, in provincia di Buenos Aires dipartimento di Lanùs».

Nello stesso scritto, viene sottolineata la particolarità della festa svoltasi quest’anno, «non il 5 febbraio ma nella seconda domenica di marzo per evitare la coincidenza con le vacanze estive», proprio quando «sono stati ricordati i 50 anni dalla data in cui gli aliesi emigrati in Argentina hanno fatto costruire una statua processionale, copia quasi identica della “gemella” che si venera nel duomo di Alì». L’articolo riprende e descrive lo svolgimento della festa, così come è stato riportato sul sito aliese e pone l’accento sull’emozione che traspare dal racconto della signora Catalina, che ha provveduto a fare la cronaca dell’evento.

Il caro amico sig. Blandini così conclude: «è stata celebrata la s. messa di ringraziamento con particolare atto di affidamento, guidato dal sacerdote celebrante, alla santa martire catanese protettrice delle donne sofferenti di patologie al seno. E’ seguito un momento di fraternità, con lo scambio di doni (in particolare di tante ciambelle di pane preparate, come da antica tradizione, ad Alì gemellata con Catania, nella “festa grande” del 2016) nel ricordo delle comuni radici siciliane dei fedeli agatini presenti al suggestivo rito commemorativo della “festa giubilare” del simulacro processionale dell’amata santa patrona».

E’ evidente il compiacimento nell’apprendere il profondo legame degli aliesi emigrati alla protomartire catanese e nel rilevare la loro azione divulgatrice della devozione verso una grande Santa della Chiesa Universale.


Per leggere integralmente l'articolo pubblicato su "Cronaca Oggi Quotidiano" clicca sul link:
http://www.cronacaoggiquotidiano.it/2017/03/27/s-agata-festeggiata-in-argentina-nel-50-anniversario-della-statua-costruita-dagli-emigrati-siciliani-di-ali/




twitter logo

"Nessuno si può illudere pensando: “Sono a posto perché non faccio niente di male”. Per essere di Gesù non basta non… https://t.co/IG1CnREb2b"

Tweetato il 17 Novembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.