Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Giugno

Mercoledi 20 · S. Gobano; S. Giovanni da Matera

Rendete saldo il vostro cuore, voi tutti che Sperate nel Signore.

2Re 2,1.6-14; Sal 30; Mt 6,1-6.16-18.


Giovedi 21 · S. Luigi Gonzaga; S. Rodolfo

Gioite, giusti, nel Signore.

Sir 48,1-14; Sal 96; Mt 6,7-15.

Ore 18,00 Adorazione Eucaristica, segue la S. Messa.


Venerdi 22 · S. Paolino da Nola; Ss. Giovanni F. e Tommaso M.

Il Signore ha scelto Sion, l'ha voluta per sua residenza.

2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23.


Sabato 23 · S. Giuseppe Cafasso; S. Lanfranco

La bonta' del Signore durera' in eterno.

2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34.


Domenica 24 · NATIVITA' DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda.

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 25


Martedi 26


LITURGIA

IL "SANTO DEL PANE"

La tradizione di benedire il pane in onore di S. Antonio e di distribuirlo in cambio di offerte a sostegno delle opere caritative affonda la propria origine nel miracolo della risurrezione, per intercessione del Santo di Tommasino.
13-06-18

Riproponiamo il racconto del miracolo della risurrezione del piccolo Tommasino come riportato da P. Vergilio Gamboso, ofm conv nel suo volume Libro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova.               

Un bimbo di venti mesi, di nome Tomasino, i cui genitori avevano l’abitazione vicino alla chiesa del beato Antonio, in Padova, fu lasciato incautamente da sua madre accanto a un recipiente pieno d’acqua. Allorché quella donna fece ritorno a casa, vedendo emergere i piedi del bambino da quel mastello, vi si precipitò, e vide che la testa del figlio stava all’ingiù, nel fondo del recipiente, mentre i piedi si levavano sopra. Urlando trasse fuori il piccino, ormai rigido e [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

ALI’ INVASA DALLE VESPE, LA PIAZZA SEMBRA UN… ALVEARE

Il forte vento non ha fermato lo svolgimento della manifestazione. Oltre 400 le vespe partecipanti, molte delle quali trasportavano due passeggeri. Il Diacono Giannetto ha impartito la benedizione agli intervenuti. Il sindaco Fiumara li ha invitati a visitare il paese. [VIDEO]
07-05-17

Cliccando sull'immagine accanto sarà possibile visualizzare il video dell'evento.

Nonostante il forte vento, si è svolta regolarmente la tappa aliese del 2° Raduno Nazionale V.C. Roccalumera-Riviera Jonica di “in Vespa”. Partiti stamattina da Roccalumera, dopo le procedure di registrazione, i vespisti, provenienti da tutta la Sicilia, ma anche da altre regioni, si sono diretti verso Alì. Qui si sono riversati in Piazza Duomo, occupandola completamente. Numerosi hanno assistito alla sfilata dei tanti modelli di un mezzo di trasporto che per l’Italia ha rappresentato l'emblema della transizione dal periodo post-bellico a quello caratterizzato dalla crescita economico-sociale. Oggi la vespa è divenuto un simbolo, uno strumento da collezionare, attorno al quale sono nati tantissimi fan club.

In questa prima sosta aliese i vespisti ed i loro mezzi a due ruote hanno ricevuto la benedizione da parte del diacono Pippo Giannetto, che ha sostituito P. Vincenzo impegnato ad Alì Terme per la celebrazione della Messa. Pippo ha affidato la carovana alla Madre del Buon Cammino, non soltanto per questa giornata, ma “anche sulle strade della vita”.

Il sindaco, Pietro Fiumara, nel porgere il benvenuto, ha ringraziato gli organizzatori per aver voluto inserire il centro aliese nel tragitto percorso ed ha invitato tutti a volersi soffermare qualche minuto, nonostante il ritardo accumulato, a visitare il paese ricco di storia e ad ammirare le bellezze storico-artistiche conservate nel Duomo.

Tutti hanno potuto fotografare questo momento straordinario: i vespisti, che hanno voluto immortalare le varie tappe del percorso che il raduno ha proposto loro; gli abitanti, con l’intento di conservare un ricordo di una bella manifestazione che ha coinvolto il paese.




twitter logo

"La scelta di seguire Cristo favorisce l’edificazione di una società più giusta, più fraterna, più umana secondo il cuore di Dio."

Tweetato il 19 Giugno da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.