Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Giugno

Venerdi 22 · S. Paolino da Nola; Ss. Giovanni F. e Tommaso M.

Il Signore ha scelto Sion, l'ha voluta per sua residenza.

2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23.


Sabato 23 · S. Giuseppe Cafasso; S. Lanfranco

La bonta' del Signore durera' in eterno.

2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34.


Domenica 24 · NATIVITA' DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda.

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 25


Martedi 26


Mercoledi 27


Giovedi 28


LITURGIA

IL "SANTO DEL PANE"

La tradizione di benedire il pane in onore di S. Antonio e di distribuirlo in cambio di offerte a sostegno delle opere caritative affonda la propria origine nel miracolo della risurrezione, per intercessione del Santo di Tommasino.
13-06-18

Riproponiamo il racconto del miracolo della risurrezione del piccolo Tommasino come riportato da P. Vergilio Gamboso, ofm conv nel suo volume Libro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova.               

Un bimbo di venti mesi, di nome Tomasino, i cui genitori avevano l’abitazione vicino alla chiesa del beato Antonio, in Padova, fu lasciato incautamente da sua madre accanto a un recipiente pieno d’acqua. Allorché quella donna fece ritorno a casa, vedendo emergere i piedi del bambino da quel mastello, vi si precipitò, e vide che la testa del figlio stava all’ingiù, nel fondo del recipiente, mentre i piedi si levavano sopra. Urlando trasse fuori il piccino, ormai rigido e [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

OTTO NUOVI DIACONI NELLA NOSTRA DIOCESI

Tra gli ordinati, anche Alessandro Caminiti e Pasquale Ruggeri, provenienti da due parrocchie del nostro vicariato. Tutti saranno presto ordinati Sacerdoti.
17-06-17

  
Giovedi, 15 giugno 2017, alle ore 18,00, nella Basilica Cattedrale di Messina, Alessandro Caminiti (parrocchia di S. Domenica - Mandanici), Pasquale Ruggeri (parr. S. Maria Assunta e S. Giuseppe - Nizza di Sicilia), Francesco Giacobbe (parr. SS. Salvatore - Vill. Aldisio), Antonio Gugliandolo (parr. S. Maria delle G. - Bordonaro), Giuseppe Imbesi (parr. S. Paolino - Mili M.), Gianluca Monte (parr. S. Michele - Motta C.), Enrico Mortillaro (parr. S. Nicola di B. - Ganzirri) e Paolo Daniele Truscello (parr. SS. Angeli C. e S. Giuseppe - Fondachelli F.) sono stati ordinati diaconi dall'Arcivescovo Giovanni Accolla.

Erano presenti massicce rappresentanze delle comunità  di provenienza dei candidati e moltissimi fedeli pervenuti da ogni parrocchia della vasta  Arcidiocesi. La celebrazione e l’ordinazione hanno coinvolto interiormente tutti i partecipanti, che si sono uniti alla speciale liturgia con una intensa preghiera e con vivo spirito di unità. Il meraviglioso e maestoso contesto della nostra Cattedrale ha contribuito fortemente a rafforzare l’unità attorno al Vescovo e agli ordinandi Diaconi, generando un’atmosfera favorevole alla effusione dei doni celesti. La grazia dello Spirito invocata durante l’ordinazione si è effusa generosamente su tutta l’assemblea coinvolgendo tutti i partecipanti nei loro cuori e toccandoli profondamente nell’anima con la voce diretta dello Sposo, venuto per riempire di importanti tesori tutta la Diocesi.

L’Ordinazione ha arricchito la nostra Diocesi del dono del ministero Diaconale, ministero che si esercita attraverso la missione del servizio. A immagine di Cristo, venuto per servire e non per essere servito, gli otto Diaconi hanno scelto, con il cammino intrapreso, di imitare perfettamente Cristo servo di Dio, conformando le loro vite alla vita del Signore. Il sevizio diaconale si inserisce infatti all’interno del più grande ministero della Chiesa e ne sviluppa essenzialmente gli aspetti del servizio. Tale servizio espletato con la grazia conferita dallo Spirito Santo, effuso attraverso l’imposizione delle mani del Vescovo, suggellato dalla preghiera di consacrazione, permette a questi giovani nuovi  Diaconi di favorire tutti noi fedeli attraverso l’aiuto prestato al vescovo e ai presbiteri che lo coadiuvano. Tale aiuto è principalmente indirizzato all’espletamento del ministero della parola, dell’altare e della carità, con grande vantaggio, quindi, per tutto il popolo di Dio. L’Ordinazione è stata accolta con grande gioia dai fedeli partecipanti, dai presbiteri e dal Vescovo. La presenza degli otto Diaconi, infatti, permette alla Chiesa diocesana tutta di completarsi attraverso l’aggiunta di queste nuove membra, la cui funzione di supporto e servizio al più grande ministero sacerdotale contribuisce a rendere Cristo presente in mezzo al popolo di Dio in tutta la sua interezza. Il Diaconato, anche se transeunte, si mette infatti al servizio di quelle attività indispensabili all’attuazione pratica della Parola e dell’Amore di Dio. La necessità della presenza di tale ministero è stata avvertita già agli inizi della Chiesa  dagli Apostoli, i quali sotto la guida dello Spirito Santo e quindi secondo un ben preciso disegno divino hanno scelto dei collaboratori a cui affidare l’indispensabile sevizio della carità, ottenendo, così, grazie al loro aiuto, di potersi dedicare con efficacia totale alla preghiera, all’evangelizzazione e alla Parola. Il Diaconato è istituito dunque come servizio indirizzato esclusivamente ai fedeli, che, grazie ad esso ricevono adeguatamente sia i benefici della Carità, sia i benefici della Preghiera, sia i benefici della Parola. In tal senso il ministero Diaconale si affianca a quello Presbiterale  per contribuire a  completare il ministero di Cristo, rendendo così la Chiesa efficace strumento di Salvezza per il mondo intero. L’augurio che facciamo ai nuovi Diaconi è che possano vivere in pienezza e fedeltà il ministero ricevuto per imposizione delle mani del nostro Arcivescovo, divenendo oltre che operatori a servizio della carità, esempio da imitare nella sequela di Cristo e nell’amore per il Vangelo.

La nostra gioia per l’ordinazione dei nuovi Diaconi è veramente grande ed è ulteriormente accresciuta dalla consapevolezza che essa tra breve sfocerà nell’incontenibile gaudio della futura ordinazione sacerdotale.

Ringraziamo con tutto il cuore Dio per il dono del Sacerdozio di Cristo e della Chiesa.

P. Vincenzo




twitter logo

"L’amore per gli altri deve diventare la costante della nostra esistenza."

Tweetato il 22 Giugno da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.