Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Dicembre

Venerdi 14 · S. Giovanni della Croce

Chi ti segue, Signore, avra' la luce della vita.

Is 48,17-19; Sal 1; Mt 11,16-19.


Sabato 15 · S. Valeriano

Fa' splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.

Sir 48,1-4.9-11; Sal 79; Mt 17,10-13.


Domenica 16 · III di avvento - S. Adelaide; S. Aggeo profeta

Canta ed esulta, perche' grande in mezzo a te e' il Santo d'Israele.

Sof 3,14-17; Cant. Is 12,2-6; Fil 4,4-7; Lc 3,10-18.

Inizia la Novena del S. Natale
S. Messa ore 17,30.


Lunedi 17 · S. Giovanni de Matha

Venga il tuo regno di giustizia e di pace.

Gen 49,2.8-10; Sal 71; Mt 1,1-17.

Novena e S. Messa ore 05,30.


Martedi 18 · S. Gaziano; S. Malachia profeta

Nei suoi giorni fioriranno giustizia e pace.

Ger 23,5-8; Sal 71; Mt 1,18-24.

Novena e S. Messa ore 05,30.


Mercoledi 19 · S. Anastasio I

Cantero' senza fine la tua gloria, Signore.

Gdc 13,2-7.24-25a; Sal 70; Lc 1,5-25.

Novena e S. Messa ore 05,30.


Giovedi 20 · S. Liberale di Roma

Ecco, viene il Signore, re della gloria.

Is 7,10-14; Sal 23; Lc 1,26-38.


LITURGIA

“CELESTE PATRONA DELLA TERRA DI SICILIA, CI AFFIDIAMO A TE”

8 Dicembre: IMMACOLATA CONCEZIONE
05-12-18



L'icona tradizionale della Vergine Maria Immacolata riflette l'invocazione litanica del santuario lauretano che Isaia canta nel vaticinio che contrappone la città santa, protetta da mura e baluardi, alla prosopopea della città terrena, calpestata dai poveri: “turris eburnea”.
A Maria Immacolata, celeste patrona della terra di Sicilia, delle sue Chiese e della sua gente, affaticata nella città terrena, non possiamo chiedere altro che la sua preghiera al Padre sia quel baluardo di difesa in cui ciascuno di noi può confidare. Il cuore di Maria, donna e madre di Dio, è il santuario terreno-celeste in cui troviamo rifugio sicuro, e in cui speriamo che ogni siciliano cerchi la consolazione e la speranza che [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

LUDOVICA E RACHELE, PROTAGONISTE DELLA FESTA GRANDE DEL 2016, AD UN ANNO DI DISTANZA SI DICONO PRONTE A RICOMINCIARE

Partecipando al convegno di presentazione del video, dicono: «La festa del 2016 rimarrà sempre nei nostri cuori».
18-08-17

Il 19 agosto dell'anno scorso iniziava la "Festa Ranni" con la benedizione dei cilii ed il sorteggio che attribuiva i ruoli alle bambine. Eravamo, ormai, giunti al culmine di un lungo periodo di preparativi, in vista dei tre giorni di festa. Che il ricordo di quella esperienza sia sempre vivo lo si è potuto appurare, nei giorni scorsi, in occasione della presentazione del DVD, nel corso del convegno organizzato dalla Parrocchia. Mentre le immagini scorrevano sul grande schermo predisposto in Chiesa Madre, tanti gli occhi lucidi e le lacrime di gioia, di compiacimento per il grande lavoro fatto. Tanti si sono potuti vedere mentre aiutavano a preparare il pane o accompagnavano i ciliari nei “giri” per la raccolta dell’oro, in chiesa durante le celebrazioni o nella processione.

Tantissime le inquadrature riservate alle due bambine che hanno interpretato S. Agata e S. Caterina, protagoniste della festa. Le riprese hanno colto l'importanza del loro ruolo all’interno dell’apparato organizzativo.

Ludovica e Rachele erano presenti in chiesa con i genitori ed hanno seguito attentamente la proiezione.

Per i saluti finali, poi, Padre Vincenzo le ha volute accanto a sé ed ha riformulato loro la domanda fatidica: “Lo rifareste?”. A questo punto, entrambe, senza esitare hanno risposto “sì!!!”. Hanno sicuramente faticato tanto per imparare a tessere ed a ballare, per sostenere i ritmi che la manifestazione impone, ma lo hanno fatto con tanta gioia.

«Spesso le persone mi domandano se lo rifarei – ci dice Ludovica Smeralda – ed io rispondo sempre: sì, altre mille volte!». Anche Rachele Reale è della stessa idea e aggiunge: «Mi sono emozionata tantissimo quando ho visto il DVD della festa proiettato in chiesa. Mentre scorrevano le immagini, il mio pensiero andava ai bei momenti vissuti l’anno scorso. Ho rivisto la commozione dei fedeli quando il cilio è uscito in piazza».

Ludovica continua dicendo: «La festa dell’anno scorso mi ha regalato delle emozioni uniche che ricorderò per sempre. Sono stati dei giorni bellissimi anche se molto impegnativi. Ho imparato a tessere e a ballare. Una cosa che mi piaceva tanto era vedere tutte le persone intorno a me che si divertivano: erano tutti felici!». Ludovica dopo la festa si è fatta realizzare da papà Orazio un telaio più grande e nei mesi successivi ha continuato ad esercitarsi, aiutando la mamma nella realizzazione di alcune tele (nella foto accanto). Lei dice di volere continuare a coltivare quello che è diventato il suo hobby preferito.

Rachele conclude: «Non potrò mai dimenticare il suono della fisarmonica, le tarantelle, l’affetto della gente che ci accoglieva e ci incitava sempre calorosamente, gli abbracci, gli applausi, la mia compagna di avventura, il nostro amato e odiato telaio, le maestre, i ciliari. Anche se ormai la festa è finita, il ricordo rimarrà sempre vivo in me».

Quella del 2016 rimarrà per sempre la Festa Grande di Rachele e Ludovica.

R.R.




twitter logo

"Ecco il primo passo per crescere nel cammino della fede: ascoltare. Prima di parlare, ascoltare."

Tweetato il 14 Dicembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.