Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Ottobre

Mercoledi 17 · S. Ignazio di Antiochia ; B. Contardo Ferrini

Chi ti segue, Signore, avra' la luce della vita.

Gal 5,18-25; Sal 1; Lc 11,42-46.


Giovedi 18 · S. Luca ev.; S. Pietro d’Alcantara

I tuoi santi, Signore, dicano la gloria del tuo regno.

2Tm 4,10-17b; Sal 144; Lc 10,1-9.


Venerdi 19 · Ss. Giovanni de B. e Isacco J. e c. S. Paolo d. Croce

Beato il popolo scelto dal Signore.

Ef 1,11-14; Sal 32; Lc 12,1-7.


Sabato 20 · S. Cornelio; S. Adelina; S. Maria Bertilla Boscardin

Hai posto il tuo Figlio sopra ogni cosa.

Ef 1,15-23; Sal 8; Lc 12,8-12.


Domenica 21 · Ss. Orsola e c.; S. Malco I sett.

Donaci, Signore, il mo amore: in te speriamo.

Is 53,1O-1;: Sal 32; Eb 4,14-16; Mc 10,35-45.

S. Messa ore 18,30
Apertura anno Pastorale.


Lunedi 22 · S. Giovanni Paolo II

Il Signore ci ha fatti e noi siamo suoi.

Ef 2,1-10; Sal 99; Lc 12,13-21.


Martedi 23


LITURGIA

S. TERESA DI LISIEUX: Non è mai andata in “missione”, ma è la Patrona delle Missioni.

La Santa del mese di ottobre
11-10-18

Teresa Martin nasce ad Alençon in Francia il 2 gennaio 1873, ultima di nove figli, di cui 5 religiose e gli altri 4 deceduti in tenerissima età. È battezzata due giorni più tardi nella Chiesa di Notre-Dame, ricevendo i nomi di Maria Francesca Teresa. I suoi genitori sono Louis Martin e Zélie Guérin. Dopo la morte della madre, avvenuta il 28 agosto 1877, Teresa si trasferisce con tutta la famiglia nella città di Lisieux.
Verso la fine del 1879 si accosta per la prima volta al sacramento della penitenza. Nel giorno di Pentecoste del 1883 ha la singolare grazia della guarigione da una grave malattia, per l'intercessione di nostra Signora delle Vittorie. Educata dalle Benedettine di Lisieux, riceve la prima comunione l'8 [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

LA FONDATRICE DELL’ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE DI ALI’ TERME (ME) E’ LA PATRONA DELLE CATECHISTE DELL’ARCIDIOCESI DI MESSINA

Madre Maddalena Morano, beatificata nel 1994 da Giovanni Paolo II, «ha fatto della Sicilia la patria del cuore e la sua terra di missione». Alla cerimonia di proclamazione ha partecipato una delegazione di Figlie di Maria Ausiliatrice delle province di Catania e Messina con l’Ispettrice Sicula suor Maria Pisciotta.
11-10-17

Domenica 8 ottobre 2017, nella Basilica Cattedra S. Maria Assunta di Messina, si è svolto il XXXIV convegno diocesano dei catechisti. I banchi del Duomo era gremiti fino in fondo dai catechisti provenienti da tutta l’Arcidiocesi, mentre, le prime file, riservate appositamente col riguardo che si tiene per gli ospiti d'onore, erano occupate, oltre che dal Vescovo e da alcuni prelati, da una delegazione di Figlie di Maria Ausiliatrice delle province di Catania e Messina guidate dall'Ispettrice Sicula, sr. Maria Pisciotta. Questa “insolita” presenza, in seno all'evento, è stata presto spiegata, quando, dopo gli iniziali interventi dei relatori sul tema del convegno “Splendidi e irrequieti: quale mistagogia per gli adolescenti?”, è stato annunciato che la giornata, avrebbe assunto un particolare carattere solenne, dato dalla lettura del decreto firmato dall'Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla, con il quale Madre Morano, sarebbe stata proclamata patrona dei catechisti e degli educatori della diocesi di Messina Lipari  Santa Lucia Del Mela. La notizia, che per una volontà di essere presentata come “sorpresa del convegno” era stata tenuta segreta agli intervenuti, è stata accolta con grande gioia da tutti i presenti.

Dopo il saluto dell’Ispettrice sr Maria Pisciotta con il richiamo a guardare a questa donna di fede aperta all’annuncio vitale dell’amore di Dio per i fanciulli e i ragazzi siciliani. Si è dato lettura al decreto, che riconosce la Beata Maddalena Morano: “patrona dei catechisti e degli educatori” e in lei, colei che intercede presso il Signore perché possa concedere a tutti i fedeli della chiesa di Messina di vivere lo stesso spirito di intelligenza, di fede e di operosa disponibilità per i fratelli.

A seguire, alcuni oratoriani delle FMA, i “DB Friends” hanno presentato la figura della Beata Morano attraverso alcune scene di un musical che ne sintetizzava gli aspetti principali della sua vita: la fanciullezza, l’adolescenza, la giovinezza e il tempo dell’età adulta con la scelta di “consegna a Dio” nell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Dalla Consacrazione Religiosa il continuo “Si” a Dio fino al mandato ricevuto e accolto di raggiungere la Sicilia per essere segno carismatico nell’isola che ha tanto amato e per la quale ha tanto lavorato pur di portare ai fanciulli, ai ragazzi e alle famiglie il messaggio di Dio e il riscatto della persona.

Subito dopo, con una breve processione, snodatasi dalla sacrestia all'altare, si è intronizzata la reliquia di Madre Morano, accanto a una sua immagine posta nel presbiterio, che, col suo sguardo benevolo e materno, ha dominato l'incontro sin dall'inizio. A conclusione di tutto, l'Arcivescovo mons. Giovanni Accolla, ha presieduto la Solenne Concelebrazione Eucaristica richiamando - ai catechisti, agli educatori, alle religiose, al clero e al popolo presente - l’audacia di Madre Morano e la passione per la Parola e i Sacramenti.

Infine il vescovo invita tutti a guardare questa donna che ha fatto della Sicilia la patria del cuore e la sua terra di missione senza voler territorializzare o appropriarsi di uno spazio ma allargando il cuore a tutti attraverso l’ascolto e la testimonianza della Parola di Dio, l’accoglienza, la preghiera, il sacrificio e l’audacia apostolica.

Suor Mariella Lo Turco
Direttrice dell'Istituto “Maria Ausiliatrice” di Alì Terme




twitter logo

"Nell’ascolto della Parola di Dio attingiamo il coraggio e la perseveranza per offrire il meglio di noi stessi agli altri."

Tweetato il 17 Ottobre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.