Benvenuti!

CALENDARIO PARROCCHIALE

Agosto

Mercoledi 15 · ASSUNZIONE B.V. MARIA

Risplende la Regina, Signore, alla tua destra.

Ap 11,19a; 12,1-6a.10ab; Sal 44; 1Cor 15,20-27a; Lc 1,39-56.

S. Messa ore 19,00.


Giovedi 16 · S. Rocco, patrono di Ali' Terme

Proclameremo le tue opere, Signore.

Ez 12,1-12; Sal 77; Mt 18,21 - 19,1.


Venerdi 17 · Anniversario Dedicazione Chiesa Madre e Festa del Patrocinio di S. Agata

Letture proprie.

S.S. Messe:
ore 11,00
ore 19,00, a seguire processione breve.


Sabato 18 · S. Elena

Crea in me, o Dio, un cuore puro.

E2 18,1-10.13b.30-32; Sal 50; Mt 19,13-15.


Domenica 19 · XX di Tempo Ordinario - S. Giovanni Eudes

Gustate e vedete com'e' buono il Signore.

Pr 9,1-6; Sal 33; Ef 5,15-20; Gv 6,51-58.

S. Messa ore 19,00.


Lunedi 20


Martedi 21


LITURGIA

San Rocco, uno dei santi taumaturghi più popolari in Occidente.

Tutti lo invocavano tra il Medioevo e l’Ottocento in occasione del rinnovarsi delle epidemie di peste.
12-08-18



San Rocco è per questo anche uno dei santi occidentali più raffigurati.

Lo rappresentarono ogni genere di artisti: tanto quelli semplici dell’arte popolare, quanto alcuni tra i più gettonati come Tintoretto, Michelangelo, Ludovico Carracci, Guido Reni, Botticelli.

E tutti lo hanno dipinto o scolpito nello stesso modo, in un modo che serve a ricordare la sua storia, la storia di un pellegrino, con bastone, mantello, bisaccia, sandali, che va, nonostante una piaga sulla gamba, che cammina in compagnia di un cane, suo unico amico.

Rocco non era italiano, ma francese. Nacque a Montpellier in una famiglia agiata della grande borghesia mercantile tra il 1345 ed il 1350.

Secondo la tradizione, una volta [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

AD ALI’ RACCOLTI BENI DI PRIMA NECESSITA’ DA DESTINARE AI BISOGNOSI

Celebrata la Giornata del Ringraziamento. Diminuiscono i frutti della terra segno che gli agricoltori sono sempre meno. Donata una zucca rossa di circa 70 Kg.
13-11-17

Nelle realtà rurali, la Festa del Ringraziamento è legata a tradizioni agresti e religiose che si uniscono per manifestare la gioia del raccolto e dell’annata agricola.

Quest’anno, nella nostra Parrocchia che celebra questa ricorrenza dal lontano 1984, i frutti della terra, portati  al momento della presentazione dei doni, non sono stati molti, segno questo che ci fa capire che gli agricoltori diminuiscono sempre più e sono sempre più anziani, ma non è mancata la grossa, oserei dire enorme zucca, che in due hanno portato all’altare.

La comunità ha risposto comunque come sempre positivamente e se non sono stati molti i frutti, molti sono stati i generi di prima necessità offerti.

Celebrare la giornata del Ringraziamento, significa ricordare che nel prenderci cura del creato e di tutto quello che produce la terra, noi constatiamo che Dio  tramite esso si prende cura di noi.

La nostra fede, mette Dio al primo posto, l’uomo  come prima creatura e il creato come dono di Dio all’uomo affinché in esso, l’uomo, ogni uomo, tutto l’uomo si sviluppi e faccia sviluppare il creato stesso in tutte le sue  componenti; uomini, animali, piante. Pertanto la visione cristiana è il camminare insieme dell’uomo e dell’ambiente verso Dio. Affinché ciò si verifichi tutti dobbiamo pregare perché nuovi giovani ritornino ai campi. La mancanza di altra possibilità di lavoro, sta spingendo diversi giovani a provare in questo campo  ed a loro noi  siamo grati e sentiamo che questa loro vocazione, così come la chiama Papa Francesco, rinnova l’intera società, perché il ritorno alla terra cambia radicalmente un paese e produce benessere per tutti, ravviva la luce negli occhi degli anziani che non vedono morire i loro sforzi, interpella i responsabili delle istituzioni affinché sorreggano con un reddito agricolo o sovvenzioni i giovani che si inseriscono in questo settore.  Affidiamo queste considerazioni e propositi al Signore, che certamente saprà valorizzarli al meglio e aiutarci nella nostra vita e invochiamo la materna protezione di Maria, Madre dolcissima e sicura Protettrice.


Padre Vincenzo




twitter logo

"Anche oggi ci sono tanti martiri, tanti perseguitati per amore di Cristo: sono loro la vera forza della Chiesa!"

Tweetato il 14 Agosto da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.