Dal 21 aprile hanno avuto inizio i "Martedì in onore di S. Agata". S. Messa alle ore 18.30.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Ottobre

Giovedi 1


Venerdi 2


Sabato 3


Domenica 4


Lunedi 5


Martedi 6


Mercoledi 7


LITURGIA

San Rocco, uno dei santi taumaturghi più popolari in Occidente.

Tutti lo invocavano tra il Medioevo e l’Ottocento in occasione del rinnovarsi delle epidemie di peste.
11-08-20



San Rocco è per questo anche uno dei santi occidentali più raffigurati.

Lo rappresentarono ogni genere di artisti: tanto quelli semplici dell’arte popolare, quanto alcuni tra i più gettonati come Tintoretto, Michelangelo, Ludovico Carracci, Guido Reni, Botticelli.

E tutti lo hanno dipinto o scolpito nello stesso modo, in un modo che serve a ricordare la sua storia, la storia di un pellegrino, con bastone, mantello, bisaccia, sandali, che va, nonostante una piaga sulla gamba, che cammina in compagnia di un cane, suo unico amico.

Rocco non era italiano, ma francese. Nacque a Montpellier in una famiglia agiata della grande borghesia mercantile tra il 1345 ed il 1350.

Secondo la tradizione, una volta [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

AD ALI’ LA SETTIMANA SANTA INIZIA CON LA BENEDIZIONE DELLE PALME IN UNA PIAZZA DESERTA

In piena emergenza sanitaria, anche le celebrazioni della Settimana Santa ne risentono, ma non subiscono alcuna variazione. I sacerdoti si stanno organizzando come possono per raggiungere i fedeli nelle proprie abitazioni. I social giocano un ruolo importante. Ecco gli appuntamenti della settimana.
06-04-20

«Carissimi fratelli e sorelle, quest’anno a causa dell’epidemia sarà una Quaresima diversa, una celebrazione delle Palme diversa, una Settimana Santa e Pasqua diversi, ma non perché le nostre Chiese sono chiuse in questo momento, Dio è lontano da noi, anzi forse è più vicino perché Egli è più vicino a chi soffre, Egli è presente in chi soffre». Questa l’introduzione di P. Vincenzo D’Arrigo durante la Celebrazione delle Palme che di fatto dà l’avvio alla Settimana Santa.

E se ha fatto tanto rumore la preghiera di Papa Francesco, elevata per tutto il Mondo, da una Piazza S. Pietro deserta, altrettanto rumore fanno le celebrazioni pasquali nelle varie parrocchie. Domenica scorsa il Parroco di Alì è uscito all’esterno per la benedizione delle Palme, in una Piazza vuota, solo ma in unione di preghiera con tutte le famiglie aliesi che erano state invitate ad esporre nei balconi i ramoscelli o i disegni riproducenti la palma: «Ovunque giunga la benedizione del Signore». Anche questa sarà un’immagine che rimarrà nella storia del nostro piccolo paese.

Quello che ci apprestiamo a vivere è il periodo liturgico più forte che la Chiesa celebra, durante il quale il fedele è chiamato a riscoprire elementi importanti della propria fede: la meditazione, la carità. Sentimenti che poi esplodono nella celebrazione Pasquale in cui arriva l’annuncio: “E’ risorto”.

Un periodo, dunque, di lontananza dall’edificio chiesa, dalle celebrazioni liturgiche, ma non per questo un periodo senza la possibilità di sperimentare la vicinanza della preghiera durante la rievocazione della Passione, della Morte e della Resurrezione di Gesù Cristo.  

In questi giorni di allontanamento da tutte le attività di natura sociale, lavorativa, in queste settimane in cui ci è stato più volte intimato di rimanere a casa per fronteggiare l’emergenza sanitaria, Padre Vincenzo non ci ha fatto mai mancare il conforto della Parola di Dio e l’incoraggiamento di un Padre che ama il suo popolo. Ha usato ogni mezzo: gli altoparlanti posti all’esterno del Duomo ed i social network. Ha mandato via etere canti, inni, ma anche la recita del Rosario, la celebrazione della Via Crucis e della Messa. Anche dalle pagine facebook, sia lui che Padre Gianfranco, hanno voluto mantenere un legame con tutte le famiglie, con un pensiero quotidiano o con il Vangelo del giorno. Attività d'incoraggiamento, questa, che si esplica anche tramite i gruppi whatsApp dei genitori dei bambini che frequentano il catechismo o piuttosto in quello del coro o altri gruppi parrocchiali, che P. Vincenzo usa per spronare i genitori a non vanificare il tempo a disposizione, ma di renderlo produttivo con l'ausilio di attività da svolgere con i propri bambini. Non solo la preghiera, dunque. Per il 19 marzo ha mandato, addirittura, la ricetta delle crespelle di S. Giuseppe.
In questa settimana così importante per la Chiesa Universale, le celebrazioni, sia ad Alì che ad Alì Terme, saranno trasmesse su you tube e sulle “pagine” o i “gruppi” facebook delle due parrocchie, in modo da poter raggiungere tutti i fedeli, nelle proprie abitazioni. 

Queste le celebrazioni previste per questa settimana nella Parrocchia S. Agata di Alì: la S. Messa della Cena del Signore (giovedì 9 aprile) e l’Azione liturgica della Passione del Signore (venerdì 10 aprile) avranno inizio alle ore 17.00. La Veglia Pasquale di sabato 11 aprile sarà trasmessa alle ore 20.00 e la celebrazione della Pasqua di domenica 12 aprile alle ore 17.00.




twitter logo

"Non ritorniamo alla “normalità” malata di ingiustizie e degrado ambientale. La normalità alla quale siamo chiamati… https://t.co/xFB1YT3zQH"

Tweetato il 30 Settembre da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.