Dal 21 aprile hanno avuto inizio i "Martedì in onore di S. Agata". S. Messa alle ore 18.30.

CALENDARIO PARROCCHIALE

Luglio

Lunedi 6


Martedi 7


Mercoledi 8


Giovedi 9


Venerdi 10


Sabato 11


Domenica 12


LITURGIA

IL SANTO DEL PANE

La tradizione di benedire il pane in onore di S. Antonio e di distribuirlo in cambio di offerte a sostegno delle opere caritative affonda la propria origine nel miracolo della risurrezione, per intercessione del Santo di Tommasino.
12-06-20

Riproponiamo il racconto del miracolo della risurrezione del piccolo Tommasino come riportato da P. Vergilio Gamboso, ofm conv nel suo volume Libro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova.               

Un bimbo di venti mesi, di nome Tomasino, i cui genitori avevano l’abitazione vicino alla chiesa del beato Antonio, in Padova, fu lasciato incautamente da sua madre accanto a un recipiente pieno d’acqua. Allorché quella donna fece ritorno a casa, vedendo emergere i piedi del bambino da quel mastello, vi si precipitò, e vide che la testa del figlio stava all’ingiù, nel fondo del recipiente, mentre i piedi si levavano sopra. Urlando trasse fuori il piccino, ormai rigido e [leggi tutto]


leggi tutte..

Notizie da chiesacattolica.it


mail Contatta la Parrocchia
parrocchia@santagataali.it

I PADRI SERAFINO DA ALI’ TRA I SANTI DI MESSINA

I due Cappuccini sono stati inseriti in un libriccino edito dall’Arcidiocesi di Messina. Dal 2009 i loro resti riposano nel Duomo di Alì, dove i fedeli si possono accostare in preghiera.
24-05-20

I Padri Serafino, il senior e il junior, sono stati inseriti in un fascicoletto, pubblicato dall’Arcidiocesi, dal titolo “Messina Terra di Santi”. In questa pubblicazione viene tracciato il profilo dei Santi di Messina o di quelli che in qualche modo hanno avuto a che fare con la città dello stretto. Si parla di 16 Santi, 3 Beati e 11 Venerabili e Servi di Dio, tra cui S. Maria della Lettera, S. Pancrazio, S. Filippo d’Agira, S. Eustochia Smeralda Calafato, S. Annibale Maria di Francia, Beata Maddalena Morano, Venerabile Maria Nazarena Majore, Servo di Dio Francesco Maria Di Francia e i nostri.

Si tratta di un’interessante raccolta in cui hanno trovato posto anche i Cappuccini aliesi, legati oltreché dal saio indossato nel medesimo ordine religioso, anche dalla parentela, erano zio e nipote, o meglio pronipote. Il più giovane intraprese la sua vita monastica con il nome di Cherubino, solo alla dipartita dello zio assunse quello che era stato il suo nome: Serafino. Entrambi rappresentarono delle pietre miliari per l’ordine e per il convento di Alì, per la santità di vita condotta, la capacità di assumere l’ufficio della predicazione e i numerosi atti di carità verso i più bisognosi e gli ammalati. Furono guardiani e maestri dei novizi ad Alì ma anche in altri conventi del circondario, lasciando in ogni luogo il "profumo" del Signore. Presto le loro virtù si diffusero ben oltre il territorio aliese. Tanti i prodigi e i miracoli attribuiti ai due. Il nipote è famoso anche per aver scritto “La storia della terra di Alì”, dotando così i posteri di ampie informazioni di carattere storico e sul patrimonio artistico, che spesso rappresentano un punto di partenza per tanti studi e ricerche. Morirono in odore di Santità. Dalla loro morte, avvenuta il 20 febbraio 1721 per il vecchio e il 20 settembre 1768 per il giovane, hanno riposato nella stessa sepoltura, nella nuda terra, proprio accanto all’altare maggiore della chiesa di S. Maria degli Angeli, annessa a quel convento che amarono tanto, nella loro terra di Alì.

Qui rimasero fino al 2005, quando sono state individuate le tombe e furono recuperati i resti. Nel 2009 sono stati tumulati nella Chiesa Madre, nella cappella di S. Sebastiano, dove arde costantemente una lampada votiva e dove i fedeli si possono avvicinare per affidarsi ai “Santi” aliesi.

R.R.






twitter logo

"La fede ci fa camminare con Gesù sulle strade del mondo, nella certezza che la potenza del suo Spirito piegherà le… https://t.co/MeoAYMT6ml"

Tweetato il 6 Luglio da Papa Francesco


s.agata logo
candela

Antonia
per
i propri defunti
22-10-15

candela

Antonio
per
In onore di S. Agata
10-03-15

candela

Agata
per
i propri cari
26-01-15

candela

Maria
per
in onore di S.Agata
16-01-15

candela

Paolo
per
Nonna Sara
28-12-14


fai una donazione e
Accendi una candela


Tutte le Opere Parrocchiali vivono della Generosità delle Vostre Offerte
Versamento su C/C Postale 10633980
intestato a:
Parrocchia S. Agata - ALI'



Tutte le richieste di sottoscrizione/cancellazione richiedono una conferma via mail.