Duomo di Sant'Agata di Alì

Piazza Duomo

98020 - Alì (ME)

Tel.: +39 0942700043

e-mail: info@santagataali.it

logoarcipretura

LINK UTILI

Agathae sub Alis...

Sito Istituzionale del Comune di Alì

Sito AirBNB Alloggi in Alì e dintorni

 

SEGUICI SU


facebook
youtube
whatsapp
messenger
tripadvisor

SOLO NELLA FORZA DELLA FEDE, PUO’ RINASCERE LA SPERANZA DI UN POPOLO

2021-04-04 10:00

author

CRONACA PARROCCHIALE, ARTICOLI,

SOLO NELLA FORZA DELLA FEDE, PUO’ RINASCERE LA SPERANZA DI UN POPOLO

Messaggio d’auguri per la S. Pasqua

Messaggio d’auguri per la S. Pasqua

immagine3-1631541278.png

Carissimi fratelli e sorelle nel Signore,                                                            
domenica 28 marzo, con la celebrazione delle Palme, ingresso di Gesù a Gerusalemme, la città Santa, è iniziata la settimana più importante per noi cristiani, che culmina con i giorni del Triduo Pasquale. Riviviamo nella bellezza della liturgia l’ultima cena di Gesù, con il dono dell’Eucaristia, il Giovedi Santo, la sua passione e morte in croce, atto di supremo amore, Venerdi Santo, il silenzio del Sabato Santo, e infine la gioia della Risurrezione, nella veglia della sera e nella domenica di Pasqua.
Il   momento è ancora  difficile, a causa dell’epidemia che ci accompagna da più di un anno, e dovremo vivere le feste pasquali in condizioni che limitano la vita delle nostre famiglie: tutti ci auguriamo  di uscire nei prossimi mesi dall’emergenza,  perché avvertiamo ormai  stanchezza e logoramento, e siamo  tentati di chiuderci nel nostro piccolo orizzonte, dimenticando chi soffre, chi è malato, chi è in gravi difficoltà economiche, allontanando lo sguardo da situazioni gravi di violenza, di guerra, di miseria che prostrano interi popoli, spesso invisibili ai nostri occhi.
Io e Padre Domenico, vorremmo in questo momento farci vicino a chi sente di più la prova e la fatica di questo tempo: il nostro primo pensiero va ai malati, negli ospedali e nelle case, a chi si prende cura di loro, agli operatori sanitari, ai tanti volontari. Che il Signore faccia sentire a ciascuno la sua vicinanza e che presto, procedendo le vaccinazioni, si riducano i contagi e chi è ricoverato in qualche nosocomio, possa ricevere la visita dei familiari, vero balsamo per ogni cuore.
Pensiamo poi agli anziani, talvolta soli nelle loro case, oppure ospiti nelle residenze socio-assistenziali o in altre strutture di cura e di accoglienza. Da troppo tempo sono isolati, per evitare il contagio, eppure hanno bisogno di tornare a incontrare i propri cari, con le dovute precauzioni.
Auguriamo che nelle prossime settimane il proseguimento della vaccinazione dei nostri anziani vada avanti celermente e presto possano ricevere la visita e rivedere il volto di qualche familiare.
Pensiamo infine alle famiglie: non poche di esse affrontano varie difficoltà, spesso  i bambini, i ragazzi, i giovani devono seguire da  casa  le lezioni.  Si fatica a far seguire la didattica a distanza, e sono   evidenti segni di disagio tra bambini e adolescenti, con ricadute anche gravi sotto il profilo sociale, psicologico e spirituale. Preghiamo e speriamo che presto ci siano le condizioni per riprendere le attività didattiche in presenza e che si attivi un impegno da parte di tutti per la crescita e la formazione delle giovani generazioni, iniziando dai più piccoli.
In questi giorni, tuttavia, abbiamo l’occasione e la grazia di ritornare alla sorgente autentica della nostra speranza, celebrando gli eventi della Pasqua di Gesù, nei giorni della Settimana Santa: proprio nella forza della fede, può rinascere la speranza di un popolo, la speranza di un bene più forte di ogni male, di una vita più potente di ogni morte.
Questo è il dono di Cristo per noi, per questo tempo!
Buona e Santa Pasqua per tutti voi e per le vostre famiglie.

 

Padre Vincenzo D’Arrigo

Padre Domenico Manuli

© Riproduzione vietata su tutti i contenuti

I L   DUOMO

I L   DUOMO

La festa liturgica ricorre il 5 febbraio ed è preceduta dalla Novena, dal Triduo e da altre attività e celebrazioni.
Anche il 17 agosto vengono ricordati alcuni avvenimenti importanti: l’anniversario della traslazione delle reliquie e, quindi, del patrocinio di S. Agata e l’anniversario della dedicazione della Chiesa. Ogni 10 anni, poi, la Patrona viene festeggiata solennemente con la cosiddetta “festa ranni” (festa grande). 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder